Google, Pixel 6, Pixel 6 Pro, Pixel 5, Pixel 4,

Google ha presentato ufficialmente la nuova famiglia Pixel 6 nei giorni scorsi. Il produttore di Mountain View ha lanciato i device come dei veri e propri flagship in grado di sfruttare appieno tutte le feature di Android 12.

Tuttavia, secondo un report di Android Authority, Google non tratterà le novità presenti sui due device come esclusive. Infatti, BigG sembra intenzionata a rilasciare alcune feature anche sui modelli precedenti.

Gli utenti in possesso di un device Pixel precedente potranno contare sulle modalità fotografiche evolute presenti sui modelli più recenti. In particolare, arriveranno la modalità Astrophotography e l’opzione Cinematic Pan.

 

Google sembra intenzionata a portare quante più feature dei Pixel 6 anche sui device di precedente generazione

Sarà introdotta anche la funzionalità Call Screening che permette di rilevare automaticamente le chiamate spam e rifiutarle direttamente. Tutte queste funzionalità saranno implementate via software quindi con aggiornamenti di sistema o dell’app fotocamera.

Google ha confermato che le feature di Pixel 6 saranno implementate anche sugli altri modelli quando tecnicamente possibile. La sfida prevederà tempo per lo sviluppo e le funzionalità potrebbero offrire agli utenti esperienze leggermente diverse, ma il colosso farà di tutto per riuscirci.

Tuttavia, ci saranno alcune feature che per forza di cose dovranno rimanere esclusive dei Pixel 6. Il motivo di questa scelta è legata non ad una volontà di Google ma è legata esclusivamente ad un vincolo hardware.

Ci sono funzionalità che sfruttano il SoC proprietario Tensor di cui, ovviamente, i modelli precedenti non sono dotati. Questa situazione preclude la possibilità di accedere al Live Translate e alla Motion Mode tra le altre cose.

Al momento non ci sono dettagli sulle tempistiche del debutto delle novità sui modelli precedenti ai Pixel 6. Non resta che attendere maggiori informazioni nel corso delle prossime settimane.