marte-video-suoni-pianeta-rosso-rover-perseverance-nasa

La scienza ha fatto passi da gigante in questi ultimi anni. Ciò che la tecnologia ha raggiunto ci sta permettendo di conoscere cose che prima sarebbe stato impensabile studiare. Infatti, recentemente, un video postato dall’Agenzia Spaziale Americana ci regala tutti i suoni di Marte registrati dal rover Perseverance della NASA. Mettetevi le cuffie e alzate il volume per godervi un viaggio a occhi chiusi sul Pianeta Rosso. Sarà emozionante. Buon ascolto.

 

Marte: un video ci regala i suoni registrati da Perseverance della NASA

Baptiste Chide, scienziato dell’Istituto di Ricerca in Astrofisica e Planetologia francese, che si occupa dell’analisi dei suoni registrati dal rover su Marte, ha dichiarato:

È come essere davvero lì. I suoni marziani hanno forti vibrazioni dei bassi, quindi quando indossi le cuffie, puoi davvero sentirli bene. Credo che i microfoni saranno una risorsa importante per il futuro dello studio di Marte e in generale per molti oggetti del Sistema solare“.

Queste registrazioni, che variano dal vento alle ruote metalliche del rover Perseverance, hanno permesso di studiare più a fondo la composizione dell’atmosfera di Marte. Molto più sottile, il suono emesso restituisce sensazioni completamente diverse se lo stesso rover fosse stato sulla Terra a registrare i suoni.

La registrazione è stata effettuata grazie a due semplicissimi microfoni che ognuno di noi potrebbe comprare su internet. Posizionati uno sul corpo del rover e l’altro invece sull’estremità del braccio robotico, non si sono fatti sfuggire nessun particolare emesso dal movimento di Perseverance su Marte.

Anche Nina Lanza, dei Laboratori Nazionali di Los Alamos che lavora sui dati raccolti dai microfoni di Perseverance, si è espressa in merito ai suoni registrati dal rover Perseverance su Marte:

Studiare il suono di Marte ci ha portato molto più lontano di quanto pensassimo, ci mostra quanto sia importante fare scienza sul campo“.

Insomma, dall’ultimo rilevamento di un evento spaventoso su Marte che ha colto di sorpresa la NASA, ora ci sono ulteriori elementi che permetteranno di studiare in modo più approfondito l’atmosfera del Pianeta Rosso. Ora non ci resta che goderci la registrazione tanto acclamata.

 

FONTEAnsa