wifi luna

Un nuovo studio rivelato dalla NASA considera la possibilità di costruire una rete Wi-Fi lunare, ha riferito l’agenzia.

Si tratta di uno sforzo per affrontare l’accesso a Internet inadeguato in alcune parti degli Stati Uniti e aiutare a informare le future missioni di Artemis.

Mary Lobo, direttrice della sezione tecnologica e dell’innovazione presso il Glenn Research Center della NASA, ha dichiarato in un comunicato stampa: “Ciò ha rappresentato una grande opportunità per sviluppare soluzioni alle sfide che affrontiamo tutti i giorni inviando astronauti sulla Luna”.

Il programma Artemis, presentato l’anno scorso, mira a far sbarcare persone sulla luna per la prima volta dal 1972. Il suo piano è di lanciare una missione senza equipaggio intorno alla luna nel 2021, seguita da un sorvolo lunare con equipaggio nel 2023, quindi un lunare sbarco nel 2024.

Lo studio, condotto dal Compass Lab della NASA, è importante perché “equipaggio, rover, strumenti scientifici e attrezzature minerarie avranno bisogno di collegamenti di comunicazione affidabili” risponde Steve Oleson, responsabile di Compass Lab alla NASA  ad Insider.

La NASA ha riferito nel comunicato stampa che la disuguaglianza digitale e la mancanza di accesso a servizi Internet adeguati sono una preoccupazione socioeconomica negli Stati Uniti, aggravata dalla pandemia di COVID-19 e questo progetto serve anche per fornire l’accesso ad internet alle persone che hanno difficolta’ ad accedere alla rete in America.

Ecco i primi test sul WIFI

Per valutare come potrebbe apparire una rete del genere sulla luna, il team Compass del Glenn Research Center della NASA ha valutato come una rete terrestre potrebbe funzionare in un vicino quartiere di Cleveland, ha detto Oleson a Insider.

Il loro studio ha confrontato una superficie lunare con un’area intorno a Cleveland per affrontare le sfide tecniche associate alla connettività Wi-Fi nell’area locale. Ci sono stati problemi con l’equipaggiamento tecnico, che sarebbe diverso a causa dei diversi ambienti terrestri e lunari differenti, ma le frequenze Wi-Fi potrebbero essere le stesse che ci sono sulla Terra, ha detto Oleson a Insider.

Gli ingegneri hanno scoperto che collegare i router Wi-Fi a circa 20.000 lampioni o altri pali di Cleveland potrebbe fornire l’accesso a Internet a ogni famiglia in un dato quartiere, secondo Oleson.

Posizionando i router a non più di 100 metri di distanza, una casa di quattro persone potrebbe guadagnare circa 7,5 megabit al secondo di velocità di download.Tale servizio consentirebbe agli utenti l’accesso di base a Internet per svolgere compiti scolastici, svolgere operazioni bancarie e fare acquisti o accedere alle informazioni su Internet. Non sarebbe sufficiente per lo streaming di video o giochi 4K purtroppo“, ha aggiunto Oleson.

Oleson ha affermato che i risultati dello studio saranno forniti ai pianificatori delle missioni della NASA per le future missioni Artemis e possibili futuri progetti di campi base.

Ha aggiunto: “Condividiamo I DATI anche con i tecnici della NASA che hanno bisogno di adattare le apparecchiature Wi-Fi agli estremi dell’ambiente lunare, tra cui polvere e temperature estreme“.