Telegram sta raggiungendo risultati record in pochissimo tempo. Probabilmente tutti abbiamo le nostre applicazioni preferite. Queste preferenze altalenanti possono essere un problema per alcune app ma un vantaggio per altre.

Quando un’app smette improvvisamente di funzionare, ci mettiamo pochi secondi per cercare delle alternative. È proprio quello che sta succedendo con Facebook e le sue piattaforme di recente. Nei giorni scorsi Facebook, Instagram e WhatsApp erano down. Un’ottima occasione per Telegram che grazie ai disservizi della concorrenza ha sfiorato un miliardo di download nel Google Play Store.

Telegram: sfiorati un miliardo di iscritti complessivi nel Play Store, il merito è di Facebook e le sue piattaforme down

I server di Facebook sembravano delle montagne russe nell’ultimo mese, tra alti e bassi, tra nuovi iscritti e utenti che abbandonano la piattaforma. Oltre a Facebook, molte di queste interruzioni dei server hanno coinvolto anche Instagram e WhatsApp. L’effetto combinato di ciò è stato quello di negare a milioni di utenti l’accesso alle tre piattaforme tra le più popolari, ha causato una migrazione di molti utenti su Telegram. L’azienda probabilmente non aspettava altro.

Il CEO Pavel Durov ha annunciato che Telegram è riuscito a raccogliere circa 70 milioni di nuovi utenti a seguito di quanto accaduto. Questo fenomeno non sorprende che abbia portato a nuove installazioni dell’app per un totale di circa un miliardo. Negli ultimi giorni è comparso il numero ufficiale del totale di download accumulati nel Play Store. Certo, c’è ancora un po’ di strada da fare per andare di pari passo con WhatsApp o Facebook, entrambi membri del club di oltre 5.000.000.000 di download, ma è senza dubbi un buon inizio.