youtube-annuncia-nuove-funzionalita-audio-sua-piattaforma

YouTube ha annunciato giovedì diverse nuove funzionalità audio, alcune delle quali sono già state implementate mentre altre verranno lanciate nei prossimi mesi. A partire da oggi, i creator hanno la possibilità di abilitare i sottotitoli automatici in tempo reale per qualsiasi live streaming in inglese per rendere gli streaming più accessibili. Questa funzione era precedentemente disponibile solo per i creatori con più di 1.000 iscritti.

YouTube prevede di espandere i sottotitoli automatici in tempo reale a tutte le 13 lingue di sottotitoli supportate nei prossimi mesi. Le lingue supportate includono olandese, inglese, francese, tedesco, indonesiano, italiano, giapponese, coreano, portoghese, russo, spagnolo, turco e vietnamita.

YouTube: le nuove funzionalità arriveranno nei prossimi trimestri

L’azienda sta inoltre testando la capacità di aggiungere più tracce audio ai video per aiutare a fornire audio multilingue per un pubblico internazionale insieme a audio descrittivo per persone con disabilità visive. La funzione è attualmente disponibile per un piccolo gruppo di creatori. YouTube prevede di implementare la funzione in modo più ampio nei prossimi trimestri.

YouTube sta inoltre implementando la traduzione automatica per i sottotitoli nelle lingue supportate su Android e iOS entro la fine dell’anno. La funzione è attualmente disponibile solo sulla versione desktop della piattaforma. Inoltre, i piani YouTube offrono agli utenti la possibilità di cercare tra le trascrizioni su Android e iOS. Entro la fine dell’anno, YouTube testerà la capacità degli utenti di cercare parole chiave specifiche all’interno delle trascrizioni sui dispositivi mobili.

Inoltre, YouTube sta lavorando a nuove autorizzazioni per i canali in YouTube Studio che consentono ai creator di delegare la creazione di sottotitoli e didascalie sui loro video a qualcuno di cui si fidano. La società ha precedentemente annunciato questa funzionalità con il nome di ‘Editor sottotitoli’ e ha riconosciuto che l’implementazione della funzionalità richiede più tempo del previsto. YouTube nota che sta lavorando attivamente alla funzione e prevede di mantenere aggiornati i creatori nei prossimi mesi.