WhatsApp: allarme in chat, un nuovo metodo gratuito permette di spiarvi

WhatsApp questa settimana è tornata a far parlare di sé a causa di un clamoroso crash che ha portato tanti utenti a non poter usufruire dei suoi servizi per sette ore nella giornata di lunedì. Il crollo di WhatsApp è parte di un bug generale che ha colpito tutte le piattaforme appartenenti alla galassia di Facebook.

 

WhatsApp, la funzione per la trascrizione degli audio

Dopo le sette ore più buie per la chat, il servizio è ora tornato ad una regolare disponibilità. Gli sviluppatori della piattaforma di messaggistica, quindi, possono tornare ad occuparsi degli aggiornamenti che da qui alle prossime settimane arriveranno sugli smartphone degli utenti.

Ancora una volta le principali novità di WhatsApp riguarderanno le note audio. I tecnici della chat, dopo aver rilasciato il famoso upgrade per la riproduzione accelerata delle registrazioni vocali, pensano ora ad un ulteriore aggiornamento. A breve, infatti WhatsApp rilascerà il tool che assicura la trascrizione degli audio.

Coloro che non amano ascoltare le note vocali o anche coloro che non possono ascoltare le note vocali, potranno usufruire di una funzione che – sfruttando un algoritmo – si impegna a trascrivere in testo il contenuto delle registrazioni. L’algoritmo sarà ovviamente operativo, a discrezione delle diverse lingue relative agli audio.

I tecnici di WhatsApp sono attualmente impegnati nella fase di sperimentazione di tale funzione. A breve, come la riproduzione accelerata delle note vocali, il tool sarà già disponibili per le versioni definitive della chat. A seguito di un primo rilascio su Phone, l’ugpgrade arriverà anche sui dispositivi Android.