Prodotti ritirati: la storia si ripete, spunta un nuovo prodotto alimentare cancerogeno

Dopo l’allarme sui prodotti del colosso dell’industria dolciaria Mars Italia, ma anche sui gelati Nuii (nei quali si nascondeva l’etilene), ora spunta un nuovo avviso. Sembra che la corsa contro il cancerogeno sia ancora lunga, e lo dimostra il fatto che da pochissimo è uscito alla scoperto uno dei tanti nuovi prodotti ritirati. Di quale prodotto stiamo parlando? Questo lo scoprirete nel paragrafo qui di seguito.

Prodotti ritirati: allarme rosso nel reparto salumeria

La ragione che si nasconde dietro al ritiro è scritta accanto alla voce “Motivi del richiamo”. Si legge quindi Rischio microbiologico per presenza Listeria monocytogenes“. Inutile dire che chi lo ha già comprato, è pregato di non consumarlo. Di quale prodotto stiamo parlando? Si tratta di una Porchetta di Ariccia IGP, del marchio FA.LU.CIOLI srl, venduto in modalità affettata. L’avviso è ufficiale, in quanto giunto dallo stesso Ministero della Salute.

La porchetta, è confezionata nello stabilimento di Via variante di cancelleria ad Ariccia, in buste sottovuoto da 180 grammi. Attenzione al Lotto interessato: è il 270721 con data di scadenza o termine minimo di conservazione fissato al 25 ottobre 2021. Inoltre, è stato disposto anche il ritiro dei pezzi del lotto non venduti, da parte dello stesso produttore.

La ditta stessa ha esplicitamente dichiarato: “Al fine di garantire la sicurezza dei suoi consumatori, si raccomanda a coloro che hanno acquistato il prodotto con medesimo lotto di appartenenza, di non consumarlo e di riportarlo al punto vendita. Per ulteriori informazioni rivolgersi al numero 06/9330125 – info@falucioli.com”.

Ma cos’è il Listeria monocytogenes? Trattasi di un batterio che può entrare a contatto con latte, latticini, verdure e carni poco cotte. Può provocare infatti, intossicazioni alimentari che possono dar vita a dissenteria. In alcuni casi limite ben più gravi però, si potrebbe addirittura arrivare a encefalitimeningiti e forme acute di sepsi.