IPTV: nuove dichiarazioni metto in guardia gli utenti, adesso si rischia

Il mese di Settembre ha portato al grande ritorno dello streaming IPTV in Italia. Molti appassionati di calcio per seguire la propria squadra del cuore hanno deciso di affidarsi allo streaming gratuito. Questa soluzione viene preferita da molte persone per evitare un triplice abbonamento alle piattaforme Sky, DAZN o Amazon Prime Video.

 

IPTV, i nuovi rischi per la visione gratis della Serie A

Lo streaming illegale garantisce ovviamente una serie di vantaggi, come la presenza di tutti i servizi in unica piattaforme ed i risparmi rispetto ai regolari prezzi delle pay tv. Al tempo stesso, però, gli utenti devono tenere in considerazione anche una serie di rischi non indifferenti.

Le sanzioni previste per i trasgressori, ad esempio, sono massime. Per gli utenti è prevista infatti una multa dal valore massimo di 30mila euro. In alcune condizioni, per le recidive, vi è anche la reclusione sino a tre anni.

Attenzione particolare deve essere poi riservata ai tentativi di truffe. Tanti malintenzionati, attraverso le conversazioni di Telegram e di WhatsApp, sponsorizzano pacchetti IPTV ad un costo vantaggioso. I lettori, però, dopo aver pagato questi pacchetti spesso non ricevono alcun servizio in cambio.

La visione IPTV senza un ticket regolare per Sky o DAZN è legata anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.