IPTV: incredibile ondata di abbonamenti illegali, la GdF eleva multa per 1 milione

Scegliere un abbonamento quest’anno risulta davvero complicato in base ovviamente a quale sarà la competizione che la propria squadra del cuore andrà a disputare. Proprio per tale motivo arriva l’idea malsana che nessuno dovrebbe avere: sottoscrivere un abbonamento pirata di tipo IPTV. Tutto questo sta mandando in malora i grandi licenziatari, i quali fatturano sempre di meno. La Guardia di Finanza dunque ha scelto di mettere in campo tutti i suoi mezzi per contrastare questo fenomeno e per debellarlo definitivamente. 

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: la Guardia di Finanza scopre nuove piattaforme e multa oltre 100.000 utenti

Secondo quanto riportato dagli ultimi report della Guardia di Finanza, sarebbero state scoperte oltre 500 piattaforme pirata. Queste ovviamente sarebbero state subito oscurate, non favorendo la diffusione della pirateria. Inoltre sono stati beccati circa 100.000 utenti, i quali ora saranno multati con una sanzione minima che andrà dai 1000 € in su.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.