Postepay

Postepay rappresenta il principale strumento di moneta virtuale in Italia. La popolarità della carta di credito ricaricabile di Poste Italiane è molto alta. Il pubblico di suo canto apprezza Postepay per la sua semplicità e per la sua comodità.

Attenzione però a non sottovalutare un aspetto determinate. Anche la carta di Poste Italiane non è esente da truffe e tentativi di phishing via mail fasulle e SMS.

 

Postepay, truffe consolidate con SMS e con le mail spam

Proprio nelle ultime settimane, tanti clienti con Postepay hanno ricevuto via SMS mail spam delle comunicazioni di grande impatto relative ore alla chiusura immediata del conto ora alla commissione finta di spese sul conto.

Per nessuna ragione bisogna abboccare a questo genere di finte comunicazioni. Lo schema dei malintenzionati che si nasconde dietro questi messaggi è chiaro: accedere ai dati personali dei lettori in maniera rapida ed istantanea. Ciò è possibile con il link che i cybercriminali lasciano in allegato alle comunicazioni fasulle.

Oltre alle informazioni personali, in alcune circostanze i malintenzionati riescono anche a mettere le mani sui risparmi degli utenti Postepay. La condivisione dei dati di home banking è infatti un altro obiettivo dei truffatori che si celano dietro questi messaggi.

Occhio quindi a fare grande attenzione alle comunicazioni legate alla Postepay. Per le mail è possibile osservare il dominio della posta elettronica: se speculare a quello ufficiale di Poste Italiane, la mail sarà attendibile. Per informazioni sugli SMS, invece, ci si può rivolgere ai canali assistenza ufficiali di Postepay.