google-societa-preso-considerazione-acquisizione-epic-games

I documenti del tribunale appena rilasciati rivelano che durante la battaglia legale per la rimozione dell’app Fortnite dal Google Play Store, Google ha pensato seriamente all’acquisto di Epic.

Come riportato da The Verge, Epic ha affermato che Google era sconvolto dal suo piano di offrire Fortnite per Android attraverso altre opzioni oltre al Play Store. Al centro della battaglia legale c’è il taglio del 30% delle entrate in-app che Google riceve dagli acquisti effettuati dal Play Store. Offrendo il suo popolare gioco per gli utenti Android attraverso altri canali, Epic stava prelevando denaro dal portafoglio di Google.

Google aveva offerto un ‘affare speciale’ per Fortnite

Secondo il deposito di Epic presso il tribunale, ‘le azioni di Google costringono gli sviluppatori di app e i consumatori a entrare nell”app store’ monopolizzato di Google: il Google Play Store. Google si è quindi installato come intermediario inevitabile per gli sviluppatori di app che desiderano raggiungere gli utenti Android e viceversa. Google usa questo potere monopolistico per imporre una tassa che sottrae i profitti ogni volta che uno sviluppatore di app effettua transazioni con un consumatore.’

Epic aggiunge che ‘Google è arrivata al punto di condividere i suoi profitti di monopolio con i partner commerciali per assicurarsi il loro accordo per recintare la concorrenza.’ Il CEO di Epic Tim Sweeney twitta che la sua azienda non aveva idea fino ad ora che Google avesse preso in considerazione l’idea di acquistare la sua azienda.

Un tweet pubblicato dal fondatore e CEO di Epic Tim Sweeney afferma che Google non ha mai contattato Epic con alcun tipo di piano di acquisizione. La società ha affermato che Google gli aveva offerto un ‘affare speciale’ per includere Fortnite nel Play Store, e un’altra parte del documento menziona come un manager di Google Play ha parlato con Epic del sideloading del gioco su Android. ‘