cartelle-esattoriali-ultima-chiamata-9-agosto-per-la-rottamazione-saldo-e-stralcio

Ultima chiamata il 9 agosto 2021 per non perdere l’occasione della Rottamazione e del saldo e stralcio per molte Cartelle Esattoriali. Scopriamo insieme la prossima scadenza proposta dalla Pace Fiscale per venire incontro ai contribuenti in debito con il Fisco. Termine ultimo era il 2 agosto, ma chi si è lasciato sfuggire questa data non deve disperare. Infatti, grazie ai giorni di tolleranza, ha tempo fino al 9 agosto per mettersi in regola. Caso contrario, perso questo treno, non ce ne sarà un altro.

 

Per i ritardatari sono rimasti pochi giorni per saldare le Cartelle Esattoriali in scadenza il 2 agosto

Niente panico, per tutti i ritardatari che si sono persi la scadenza del 2 agosto, grazie al tempo di tolleranza stabilito dal Governo, è possibile saldare le Cartelle Esattoriali entro e non oltre il 9 agosto 2021. Resta comunque il fatto che sono rimasti pochi giorni.

Rientrano tutte quelle Cartelle Esattoriali dovute nell’anno 2020. Attenzione però perché, saltata anche quest’ultima data, il contribuente perde non solo i benefici della Pace Fiscale, ma anche la possibilità di accedere alle successive rateizzazioni.

Ricordiamo infatti che la scadenza delle rate di rottamazione e saldo e stralcio è coincisa con l’avvio della procedura volta a cancellare le Cartelle Esattoriali emesse dal 2000 al 2010.

Rientrano in questa chance le Cartelle Esattoriali con un importo inferiore o uguale a 5.000 euro e i contribuenti che hanno un reddito annuo entro i 30.000 euro. Rispondendo a queste caratteristiche, il soggetto potrà annullarle il 31 ottobre 2021.

L’utente dovrà collegarsi al sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione e verificare le cartelle esattoriali compatibili con questo provvedimento. Potrà farlo attraverso un software completamente gratuito messo a disposizione dall’Ente.

Per la verifica, è quindi possibile accedere al sito sopra citato così da stampare in tutta autonomia i bollettini necessari per onorare quelle rate che sono da versare. Ovviamente l’importo da saldare sarà al netto dello stralcio.

Insomma, per poter beneficiare di questi preziosi provvedimenti è indispensabile segnarsi tutte le date di scadenza. Perderne qualcuna, oltre i limiti imposti, significherebbe farsi scappare un’opportunità davvero irripetibile.

FONTEInformazione Fiscale