cartelle-esattoriali-ecco-il-software-online-per-cancellarle-definitivamente

È partita l’iniziativa prevista dal Decreto Sostegni del Governo Draghi in merito all’addio definitivo delle Cartelle Esattoriali. Tutti coloro che rientrano in determinate categorie ben definite potranno eliminare definitivamente il loro debito con il Fisco. Nello specifico, si tratta di un software gratuito, quello messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, per la cancellazione automatica delle Cartelle Esattoriali. Scopriamo insieme il link per accedervi, come farlo e chi può farlo.

 

Cartelle Esattoriali: chi può accedere al software online per la cancellazione automatica

Partiamo subito col chiarire chi può accedere al nuovo software online per la cancellazione automatica delle Cartelle Esattoriali:

  • chi ha un avuto un reddito imponibile per l’anno di imposta 2019 pari o inferiore a 30.000 euro;
  • alcuni debiti pregressi che rientrano nel piano Rottamazione-Ter e Saldo e Stralcio;
  • le Cartelle Esattoriali che non superano i 5.000 euro;
  • i carichi che rientrano nell’intervallo di tempo che va dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010.

 

Come accedere e utilizzare il software online dell’Agenzia delle Entrate

Ora concentriamoci su come accedere e utilizzare il software online che l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione per la cancellazione automatica delle Cartelle Esattoriali. Completamente gratuito, è molto facile, intuitivo e permette di verificare quali sono le pendenze con l’erario da cancellare.

L’utente dovrà collegarsi al sito ufficiale dell’applicativo web che si chiama “Verifica lo stralcio debiti nella tua Definizione Agevolata“. Non si presenta certo con un nome accattivante, ma a noi interessa la sostanza.

Una volta raggiunta la pagina del software il debitore dovrà compilare il form rispettando le indicazioni richieste. In questo modo potrà per verificare se nel suo piano di pagamento della “Rottamazione-ter” e del “Saldo e stralcio” sono presenti Cartelle Esattoriali che potrebbero essere oggetto di “Stralcio“.

Ecco i dati che si dovranno inserire:

  • il Codice Fiscale del soggetto debitore;
  • il Numero di comunicazione inviata dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione;
  • la data della comunicazione inviata dall’Agenzia delle Entrate-Riscossione;
  • l’email di riferimento del debitore che dovrà essere confermata.
    cartelle-esattoriali-istruzioni-compilazione-form-software-agenzia-entrate

Una volta compilato tutto quanto, seguendo le istruzioni, l’utente dovrà cliccare sul tasto “Procedi” e da lì verificare quali delle Cartelle Esattoriali potrà confermare per la cancellazione automatica. Il nostro consiglio è di verificare bene prima se rispondono alle indicazioni che vi abbiamo menzionato poco sopra.

Concludiamo col ricordarvi che, oltre a quelle che rientrano nella cancellazione automatica e quelle la cui data di scadenza è stata posticipata, ci sono alcune Cartelle Esattoriali non prorogate che dovranno essere onorate secondo quanto indicato.

FONTEInvestireoggi.it