the-100-second-dawn-rivelato-dal-produttore-il-futurosequel

Sono tutti in fermento i fan di The 100 che ormai da quasi un anno si sono dovuti accontentare della brutta notizia in merito al fatto che la stagione 7 fosse la fine di questo titolo. Nel frattempo si erano aperte nuove speranze che ad oggi si sono trasformate in certezze. The 100: Second Dawn sarà il prequel della serie TV, ma sotto un’altra forma, con un cast e una trama completamente rinnovati. Ecco la rivelazione del produttore!

 

The 100: Second Dawn sarà il prequel ambientato 2 anni dopo l’apocalisse

La buona notizia è che The 100 non si fermerà alla settima stagione. La sua vita proseguirà, ma non con un’ottava bensì con un prequel. Una sorta di spin-off che tufferà gli spettatori nel passato, esattamente 2 anni dopo l’apocalisse che portò a raccontare la trama della serie TV a cui siamo stati abituati.

Sembra che tutto sia stato già pianificato per The 100: Second Down, titolo del possibile prequel, non ancora confermato dagli addetti ai lavori. Ad ogni modo secondo una recente rivelazione a TVLine, il produttore Jason Rothenberg ha confermato:

“[The 100: Second Down] sarà molto più legato alla [nostra] realtà. Queste persone hanno vissuto i problemi del nostro mondo e avranno delle loro opinioni, mi piacerebbe fare episodi di flashback in stile Lost ai tempi pre-apocalisse. Voglio davvero girare in ristoranti, bar e case, e non voglio essere sempre in mezzo ai boschi“.

 

Non c’è la smentita di The CW

Non è arrivata la smentita di The CW e quindi potremmo tranquillamente concludere che sia confermata l’idea di un prequel. Infatti, durante l’evento Television Critics Association del 2019, in merito al finale di The 100, l’emittente televisivo aveva fatto sapere:

“Ne abbiamo parlato molto. Jason ha altre idee che vuole realizzare e ha pensato che questa fosse la strada giusta da percorrere”.

Perciò prepariamoci tutti al prequel di The 100. Purtroppo non sappiamo ancora quando uscirà, ma per ora ci basta avere la conferma che questa fantastica serie TV non finirà, ma continuerà anche se sotto diversa forma rispetto a quella a cui eravamo stati abituati.

FONTEDevdiscourse