vaccini-covid-nuovo-trattamento-ema-approvazione
Photo by Braňo on Unsplash

I governi e tutte le autorità sanitarie utilizzano i vaccini che hanno per cercare di combattere la pandemia. Si parla quindi di Pfizer e Moderna, ma anche AstraZeneca e Johnson & Johnson seppur in minore quantità. Nel frattempo però ci sono al vaglio nuovi trattamenti e tra questi l’EMA ha avviato la revisione dei dati di Vidprevtyn.

La revisione dei dati si basa sui risultati dei test in laboratorio quindi dati non clinici visto che attualmente non sono ancora iniziate le somministrazioni sui volontari. Questi dati indicano il fatto che il trattamento sembra essere valido visto che porta all’effettiva produzione di anticorpi contro il coronavirus e quindi sarebbe in grado di difendere il corpo dal Covid-19. Già da qui però, l’EMA cercherà di capire se il vaccino sarà valido.

 

Vaccini Covid-19: in arrivo un nuovo trattamento?

Il vaccino Vidprevtyn si basa sostanzialmente su una base di proteine nella quale si trova una versione particolare di quella spike, l’arma che il coronavirus usa per infettare le cellule umane, che è stata di fatto coltivata in laboratorio. Per cercare di rendere la risposta immunitaria potente, è presente un elemento anche chiamato adiuvante.

In questo momento viene difficile capire quanto possa essere valido questo trattamento, sia in confronto agli altri vaccini che alle varianti del coronavirus in circolazione. Detto questo, il fatto che l’EMA abbia deciso di analizzare i dati ricevuti significa che un’effettiva approvazione potrebbe arrivare tra non molto. Visto che la fine della pandemia non sembra vicino, nuovi trattamenti possono essere utili.