Xiaomi, Mi 11 Ultra, Mi 11 Pro, Mi 11

Possiamo indicare il Mi 11 Ultra come il flagship di riferimento di Xiaomi. Il device è caratterizzato da un hardware di assoluto livello con soluzione tecniche che garantiscono performance eccezionali.

Sotto la scocca trova spazio il SoC Snapdragon 888, il chipset top di gamma di Qualcomm. La soluzione hardware è la più potente disponibile sul mercato ma a quanto pare è caratterizzata da un problema.

Il microprocessore scalda troppo durante l’utilizzo e questo comporta l’accumulo di calore sulla scocca. Spesso, dopo un utilizzo prolungato, gli utenti Xiaomi lamentavano la presenza di una zona nettamente più calda sul retro.

 

Xiaomi migliora l’ottimizzazione su Mi 11 Ultra

Consapevole di questa situazione, Xiaomi è intervenuta direttamente per cercare di risolvere il problema. Il produttore ha rilasciato, nelle scorse ore, un aggiornamento di sistema per il Mi 11 Ultra. L’update porta la MIUI alla versione 12.21.7.14 ed attualmente è disponibile esclusivamente per il mercato Cinese.

Tra i vari bugfix introdotti, ce n’è uno molto particolare e non citato. In seguito all’update, le temperature di esercizio di Mi 11 Ultra sono più basse di circa 5 gradi. Questo significa che Xiaomi ha trovato il modo di migliorare la dissipazione del calore da parte del SoC.

Possiamo immaginare che il produttore sia andato ad ottimizzare l’utilizzo del chipset evitando che arrivi a lavorare al massimo delle prestazioni per lungo periodo. Purtroppo non è chiaro in che modo si sia raggiunto questo obiettivo e quali limitazioni siano state introdotte.

In ogni caso, gli utenti europei dovranno aspettare ancora qualche tempo prima di ricevere l’aggiornamento. Infatti Xiaomi da precedenza agli utenti Cinesi e solo dopo alcune settimane da il via al rilascio dell’update per la la variante Global.