iphone-13-apple-stupire-due-tecnologie

La gamma di smartphone Apple di quest’anno, che probabilmente si chiamerà iPhone 13, presenterà una modalità ‘Always On’ secondo quanto riferito da Bloomberg. L’anno scorso il gigante di Cupertino avrebbe dovuto portare un’elevata frequenza di aggiornamento sull’iPhone, ma presumibilmente ha abbandonato l’idea a causa di problemi di durata della batteria.

Quest’anno, l’azienda probabilmente utilizzerà la tecnologia LTPO (ossido policristallino a bassa temperatura) di Samsung per abilitare schermi a 120Hz sulle varianti Pro. Apple ha introdotto la tecnologia, che chiama ProMotion, nel 2017 con l’iPad Pro. Una frequenza di aggiornamento è il numero di volte in cui lo schermo si aggiorna con nuove immagini ogni secondo e un numero più alto consente uno scorrimento più fluido, un gameplay più fluido e una maggiore reattività.

iPhone 13 potrebbe essere svelato già a settembre 2021

Far funzionare costantemente lo schermo a 120 Hz può essere uno spreco in quanto è inutile per il contenuto statico ed è qui che entra in gioco LTPO. I display LTPO possono regolare dinamicamente la frequenza di aggiornamento a seconda del contenuto visualizzato e questo li rende più efficienti dal punto di vista energetico.

Una bassa frequenza di aggiornamento consente al display di funzionare a bassi livelli di luminosità e questo aiuta a risparmiare energia nei momenti in cui non è necessario che lo schermo sia completamente attivo. La maggior parte degli smartphone Android di fascia alta ha già questa funzione e l’implementazione di Apple dovrebbe essere simile.

Ulteriori dettagli indicano che l’iPhone 13 verrà fornito con il chip A15 Bionic, una tacca più piccola, capacità di registrazione video migliorate e una maggiore durata della batteria. Secondo quanto riferito, l’iPhone 13 sarà presentato a settembre.