IPTV: nuova stangata per la pirateria, 600 piattaforme chiuse e multe altissime

Secondo le ultime indiscrezioni viste sul web, la Guardia di Finanza avrebbe condotto una nuova indagine che avrebbe a sua volta portato a risultati eccezionali. Infatti la pirateria avrebbe subito un altro duro colpo ad opera della legge, la quale avrebbe scoperto nuove piattaforme di tipo IPTV insieme a migliaia di utenti. La nota piega che sta distruggendo il mondo della TV a pagamento avrebbe dunque dovuto lasciarci le penne anche in questo caso, con gli utenti registrati che ora rischiano tantissimo

L’uso delle VPN ha contribuito alla crescita di questi servizi. Sfruttata in modo legale, una VPN è un servizio consigliatissimo e facile da usare essendo protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attuale, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.

 

IPTV: le dure conseguenze se la legge vi becca in possesso di un abbonamento illegale

Secondo le ultime informazioni la Guardia di Finanza avrebbe scoperto e chiuso 600 tra siti, piattaforme e server dedicati alla pirateria. Circa 100.000 utenti iscritti al servizio sarà un’ora multati con almeno 1000 €.

Il susseguirsi di azioni di contrasto sempre più frequenti ed efficaci sono il risultato della stretta collaborazione tra industria e forze dell’ordine, a cui vanno i nostri ringraziamenti per l’impegno nella lotta ad un fenomeno criminale che danneggia l’intera industria sportiva, dallo sport amatoriale, agli appassionati, fino ai detentori dei diritti e i broadcaster, distruggendo posti di lavoro e creatività“.