variante-delta-contagi-vaccinati

Se fino a qualche settimana fa essere vaccinati con due dosi significava essere protetti senza ombra di dubbio dal coronavirus, con la variante Delta c’è stato un cambiamento importante. Pfizer, il trattamento che finora si è rivelato essere il più efficace, ha dimostrato di valere molto di meno contro questo ceppo. Il risultato è che nonostante aver ricevuto entrambe le dosi, il contagio è sempre una possibilità concreta.

In sostanza, essere certificato protetto grazie ad entrambe le dosi dei vaccini Covid-19 non significa non rischiare di venire contagiati dalla variante Delta. Una volta che succede, ci sono diverse possibilità. Nella quasi totalità dei casi, come si sta vedendo in queste settimane, non si sviluppano sintomi, ma ci sono anche altre possibilità.

 

Variante Delta, vaccini e Covid-19

Un’altra fetta importante di contagiati dalla variante Delta dopo aver ricevuto una o due dosi del vaccino è sviluppare un caso sintomatico del Covid-19. Per fortuna, la protezione è abbastanza da far insorgere solo i sintomi meno gravi della malattia impedendo quindi un decorso pericoloso. Si tratta di casi deboli o moderati, ma purtroppo c’è anche una piccola fetta di persone che sviluppa altro.

Secondo i dati sui vaccini quest’ultimi sono in grado di evitare i casi più gravi con una percentuale di oltre il 90%. Questo significa che c’è sempre la possibilità di andare incontro a casi il cui decorso può portare all’ospedalizzazione. In questi casi la malattia di solito è molto pericolosa e quindi il decesso diventa una possibilità concreta. In sostanza diventa importante cercare di stare ancora attenti.