FIFA 21, EA, Hacker

Gli hacker sono riusciti a penetrare nei server di Electronic Arts (EA) e a rubare preziose informazioni su FIFA 21. Secondo le prime informazioni disponibili sull’accaduto, sembra che tra i dati rubati ci sia il codice sorgente del titolo oltre che informazioni essenziali sul motore di gioco.

Come indicato da Motherboard, il codice sorgente del titolo calcistico è già stato messo in rete pronto per la vendita. I dati trafugati ammontano ad oltre 780 GB tra cui spiccano informazioni fondamentali per il funzionamento del titolo.

Inoltre, gli hacker sono entrati in possesso dei tool di debug, API, SDK e informazioni sui server di matchmaking. Anche il software di sviluppo del FrostBite è stato compromesso insieme ai software privati di Sony e Microsoft per le partite su PlayStation e Xbox.

 

Gli hacker hanno rubato il codice sorgente di FIFA 21

Grazie a tutte le informazioni rubate, sarà possibile avere accesso a tutti i servizi EA pre trovare exploit da sfruttare in qualsiasi modo. Tutto il materiale è disponibile per l’acquisto su un forum online dedicato agli hacker.

Oltre all’importante danno per la software house, gli hacker sono entrati in possesso di informazioni su altri giochi in sviluppo. Tra i dati rubati spiccano anche dei dettagli su FIFA 22 attualmente in sviluppo presso gli uffici di EA. Inoltre, i dati relativi al motore grafico FrostBite permettono di scoprire dei particolari anche su tutte le altre produzioni dello studio che utilizzano la stessa tecnologia.

Electronic Arts ha commentato la notizia confermando il furto dei dati ma minimizzando sulla quantità di informazioni trapelate. Secondo un portavoce della software house, si tratta di una quantità di codice sorgente limitata e dei relativi strumenti di gestione.