Ormai i prodotti legati al mondo della domotica e della smart home cominciano ad essere tantissimi. Non solo Amazon e Google, ma anche tanti altri marchi si stanno buttando in questo mondo, e innovare portando qualcosa di nuovo e mai visto non è mai facile o scontato. Con questo Echo Show 10 Amazon ha cercato di pensare in grande e proporre un prodotto versatile e al tempo stesso completo di tutte quelle funzioni fondamentali per gestire la propria casa e la propria giornata, con una particolare attenzione a privacy e sicurezza. Ma scopriamolo meglio in questa recensione approfondita!

 

Design

Partiamo subito con il dire che questo non è uno smart hub per tutti i comodini. Sono 2,5kg di peso per un ingombro, guardando non solo alla base, ma anche allo spazio necessario per la rotazione dello schermo, che risulta decisamente abbondante. Il materiale che prevale nel complesso è la plastica: si tratta di una plastica dura e che sembra abbastanza resistente e solida, anche se non eccessivamente premium al tocco.

La base rotante che ospita l’impianto audio del dispositivo è completamente rivestita in stoffa grigia: a proposito, sono due le colorazioni disponibili per l’acquisto, bianca come quella che abbiamo recensito, e nera. Tra le due sicuramente è da preferire quella bianca, sia per una pulizia nel design che si adatta meglio a molte situazioni, sia pensando alla polvere che si deposita sul dispositivo, non poca considerando poi la colorazione nera su cui risulterebbe più visibile. Le rifiniture dello schermo e della base sono buone, senza particolari appunti da fare in merito.

Tre pulsanti sul lato superiore regolano il volume del dispositivo e l’attivazione o disattivazione manuale del microfono; infine, sul lato sinistro è presente uno slider per coprire fisicamente la fotocamera anteriore. I microfoni sono posti sul lato superiore e posteriore e funzionano bene se ci si trova nella stessa stanza del dispositivo, meno invece se parliamo ad Alexa da un’altra stanza.

 

Rotazione

La rotazione è l’elemento che più colpisce in questo dispositivo e che senza dubbio fornisce l’innovazione più evidente. La base è fornita di un meccanismo motorizzato in grado di ruotare lo schermo di 360°, ma il movimento è possibile anche manualmente. Completamente personalizzabile questo aspetto tramite le impostazioni, sia nell’ampiezza e angolo di rotazione, sia nell’attivazione selettiva in base all’applicazione avviata; é possibile anche spostare manualmente lo schermo, tuttavia il dispositivo tornerà in automatico nella posizione di default impostata in origine.

La rotazione automatica avviene solo sull’asse orizzontale, mentre su quello verticale, la funzione di tilt dello schermo non è automatizzata, bensì manuale. La rotazione è in grado anche di seguire le persone che stanno interagendo con il dispositivo grazie alla fotocamera integrata. Segue molto bene una persona, in maniera fluida e precisa, anche se non velocissima, ma se ci sono più persone nell’inquadratura non riesce a capire bene chi seguire e quindi il device andrà un po’ in confusione.

 

Audio

L’aspetto sonoro è un altro di quegli elementi dove Amazon ha cercato di migliorare rispetto ai precedenti dispositivi. Integrati all’interno della base ci sono degli speaker 2:1, con due tweeter da 1″ e un woofer da 3″. Buona la resa fino a che il volume resta tra il 70 e l’80%, sia sotto il profilo della qualità sonora, con dei bassi molto pronunciati, sia a livello di volume. Superata questa soglia purtroppo la qualità degrada notevolmente, arrivando anche a distorcere leggermente il suono con i volumi più alti. Tuttavia, abbiamo trovato più che sufficiente il volume al 70% per coprire una stanza di grandi dimensioni e anche per ascoltare la musica in sottofondo da altre stanze.

 

Display

Con delle dimensioni così generose il display non poteva che essere enorme: 10,1″ IPS LCD, con colori molto soft e ben adattati a seconda della stanza e della luce grazie al sensore cromatico. Peccato per i bianchi che a tratti virano più sui toni freddi e per l’angolo di visione, scarso come su tutti gli schermi di tipologia LCD. La luminosità è automatica e sufficiente per gestire tutte le situazioni, anche con il sole direttamente sul dispositivo. Inoltre, gli angoli di visione limitati non sono effettivamente un problema, dato che il dispositivo ci segue, dandoci quindi una visione sempre frontale dello schermo.

Il touch è responsivo e, assieme ad una fluidità di sistema ben ottimizzata, riesce a fornire un’esperienza senza problemi, bug o lag di alcun tipo.

 

Videosorveglianza e videochiamate, quando la videocamera fa la differenza

Senza dubbio la fotocamera da 13MP integrata nel dispositivo riesce a fare la differenza quando si tratta di interazione con il dispositivo. Abbiamo già visto la sua utilità nella funzione di tracciamento, ma esistono altre due funzioni da sfruttare in questo caso. La prima riguarda la possibilità di attivare il monitoraggio visivo e audio a distanza, per trasformare Echo Show 10 in un dispositivo di sorveglianza. La funzione di rotazione in questo caso dà una mano in più nel tenere sotto controllo un porzione di casa in più. All’attivazione si potrà scegliere di abbinare un avviso sonoro e comunque sullo schermo verrà mostrato chiaramente che la funzione di videosorveglianza è stata attivata. Non sarà comunque possibile registrare le immagini direttamente, ma potremo farlo con la funzione integrata ormai nei nostri smartphone di registrazione dello schermo.

La seconda funzione è quella di videochiamata con dispositivi compatibili con Alexa. Sarà possibile avviare una chiamata con i nostri familiari e soprattutto usufruire delle funzioni di tracciamento e di adattamento intelligente della ripresa. A seconda della vicinanza la videocamera è in grado di aggiustare l’ampiezza di ripresa e fornirà una qualità adeguata, anche in condizioni di luce non perfetta.

 

Sistema e smart hub con Zigbee

Come già detto, la fluidità di sistema è ottima, tuttavia la gestione di molte azioni non è perfetta. Nella gestione di YouTube, o anche dei comandi più semplice Alexa sembra stentare qualche volta, mentre invece è perfetta nella gestione dei nostri dispositivi smart e di tutte le azioni legate ai servizi Amazon. D’altronde, come i più avvezzi già sapranno, sia Google che Amazon presentano i propri difetti e i propri punti deboli, risultando specializzati in alcuni tipi di azioni.

 

Conclusioni e prezzo

Echo Show 10 arriva sul mercato ad un prezzo di 249€: occupa la fascia alta degli smart hub con tante nuove funzionalità a disposizione degli utenti. Quello che un possibile acquirente dovrebbe veramente chiedersi prima di procedere con l’acquisto è se la funzione di rotazione potrebbe andare a migliorare in maniera pratica la propria vita e il proprio utilizzo. Infatti al di fuori di questa funzione e soprattutto dello schermo abbondante, l’assistente vocale è buono come i tanti altri modelli Amazon Echo a catalogo. Semplicemente ognuno è realizzato con delle funzionalità e degli usi diversi rispetto ad altri. Secondo noi questo Echo Show 10 si adatta molto bene alle grandi stanze, che magari si dividono tra angolo cottura e salone, e con cui quindi sfruttare la funzione di rotazione. Per i piccoli spazi invece è meno agevole sia l’utilizzo che lo sfruttamento delle sue funzionalità e del “pregio” della grandezza.

Amazon Echo Show 10

249€
7.9

Rotazione

9.5/10

Display

7.5/10

Prestazioni

8.0/10

Fotocamera

8.0/10

Prezzo

6.5/10

Pro

  • Funzione di rotazione ottima
  • Display piacevole
  • Prestazioni di sistema perfette
  • Fotocamera anteriore con buona risoluzione
  • Costruzione e solidità

Contro

  • Prezzo elevato non per tutti
  • Alcune funzionalità di Alexa non rispondono sempre
  • Microfoni a corto raggio