blank

Internet è oramai una presenza profondamente cucita nel tessuto del mondo, lo strumento informatico di collegamento che azzera le distanze è diventato infatti ormai indispensabile per far girare ogni aspetto della vita attiva sul pianeta, dal commercio e conseguentemente all’economia, fino all’informazione, che ovviamente viaggia sui server in tutto il mondo.

Ciò ha reso internet da un bene di lusso un bene indispensabile che fa girare il mondo, ogni suo malfunzionamento ovviamente crea dei disagi per chi ne viene colpito, dal momento che sostanzialmente si resta scollegati con il resto del mondo e quasi immobilizzati, ma vi siete mai chiesti cosa accadrebbe se la rete internet morisse per 24 ore in tutto il pianeta ? A quanto ammonterebbero i danni ?

La risposta ci arriva Merchant Machine, società inglese che si occupa di pagamento, che ha provato a calcolare a quanto potrebbe ammontare il danno economico conseguente ad un attacco informatico capace di rendere Internet inutilizzabile su scala mondiale.

 

Danni devastanti

Secondo i calcoli effettuati dall’azienda britannica, un crollo globale della rete internet porterebbe ad un danno economico di circa 2,1 miliardi di dollari l’ora, cosa che in una giornata si tradurrebbe in circa 51 miliardi di dollari andati in fumo.

Ovviamente guardando le varie nazioni, il danno sarebbe direttamente proporzionale alle dimensioni economiche dello stato, l’America ad esempio subirebbe un danno di circa 306 milioni di dollari l’ora, la Cina invece arriverebbe ad un massimo di 245 milioni l’ora, l’Italia ad un valore molto più “modesto”, circa 19 milioni di dollari l’ora.

Ovviamente sorte analoga toccherebbe alle aziende, per cui vale la stessa dinamica degli stati, Amazon infatti pagherebbe un dazio per 40 milioni di dollari l’ora, mentre Alphabet accuserebbe danni per circa 20 milioni di dollari l’ora.