WhatsApp

Si sta avvicinando sempre di più la data in cui gli utenti dovranno decidere se accettare oppure no le nuove condizioni sulla privacy di WhatsApp. Il Gruppo Facebook però tranquillizza, non sarà quello il momento in cui l’account diventerà inutilizzabile. Tuttavia per chi non accetta, prima del fatidico giorno “X” WhatsApp ha previsto una campagna “stalking”. Ecco di cosa si tratta.

 

Il Gruppo Facebook non molla, concede ancora tempo, ma su WhatsApp notifiche sempre più pressanti

Il Gruppo Facebook non molla. Dopo il 15 maggio concederà poco tempo a chi ancora non vorrà per quella data decidere di accettare termini e condizioni rinnovate. Ad ogni modo però l’azienda fa sapere che per tutti questi utenti è già pronta una campagna promemoria al limite dello “stalking”. In pratica WhatsApp invierà notifiche sempre più costanti e pressanti con un messaggio subliminale: se ora le funzioni sono ridotte, tra poco non si potrà più utilizzare l’account. Ecco come si è espressa l’azienda:

Abbiamo passato gli ultimi mesi a fornire ai nostri utenti maggiori informazioni sull’aggiornamento. In questo periodo la maggior parte delle persone che lo hanno ricevuto lo hanno già accettato. Gli account di coloro che non hanno ancora avuto la possibilità di accettarlo però, non verranno cancellati o perderanno funzionalità il 15 maggio. Continueremo a mandare promemoria a questi utenti all’interno di WhatsApp nelle settimane a venire“.

Interessante è il pensiero finale che comunica come su WhatsApp, gli utenti indecisi, continueranno a ricevere promemoria “nelle settimane a venire”. Ironicamente abbiamo definito questa pratica come “stalking”. Ricorda molto la frase: “Ricordati che devi morire” e in questo caso sarà l’account a fare una brutta fine.

 

Cosa succede durante il “limbo”

Tutti gli utenti che rimarranno in questo periodo di “limbo”, dice WhatsApp, avranno “accesso limitato alle funzionalità“. Non solo, infatti viene ancora dichiarato: “Dopo aver dato a tutti il tempo necessario per controllare le informazioni presentate continuiamo a ricordare a chi non l’avesse ancora fatto di verificarle e accettarle. Dopo un periodo di alcune settimane, il promemoria diventerà persistente“.

In sostanza tra un messaggio di promemoria e un altro, l’account WhatsApp potrà solo ricevere chiamatevideochiamate e rispondere alle notifiche. Dopo alcune settimane, spiega il Gruppo Facebook, “non potrai ricevere chiamate in arrivo o notifiche e WhatsApp interromperà l’invio di messaggi e chiamate al tuo telefono“.

Per ulteriori informazione in merito a cosa cambierà nei termini e nelle condizioni sull’informativa della privacy di WhatsApp vi consigliamo la lettura di questo nostro recente articolo.

VIAVia