whatsappIl 15 maggio si fa sempre più vicino e presto la nuova politica sulla privacy di WhatsApp entrerà in vigore; cosa cambia per gli utenti? La nuova privacy di WhatsApp doveva in realtà essere introdotta già qualche tempo fa, l’8 febbraio; le forti critiche arrivate un po’ da ogni direzione hanno fatto propendere per un rinvio. Nel frattempo la compagnia ha tentato di avviare una campagna informativa per i propri utenti.

In buona sostanza con la nuova privacy adottata da WhatsApp permetterebbe una più facile scambio dei dati tra l’app è la controllante il tutto per garantire una migliore monetizzazione sulla vendita dei dati. Non è passato molto tempo dall’annuncio che subito ci sono levate le proteste degli attivisti che vorrebbero un maggior rispetto della privacy degli utenti.

WhatsApp: ecco cosa succede se non si accetta la nuova privacy

 

Ma cosa succederebbe se arrivate il 15 maggio si decidesse di non accettare la nuova politica sulla privacy di WhatsApp? Benché l’account, come già annunciato dalla stessa compagnia, non verrà cancellato, la sua utilità diverrebbe pari a zero.

A partire dal 15 maggio infatti per tutti coloro i quali non avranno aderito ai nuovi termini verrà inibita la possibilità di mandare e ricevere messaggi; inoltre non sarà possibile accedere all’elenco delle chat. Insomma un blocco totale dei servizi che renderebbe del tutto inutile e l’applicazione. A questo punto dunque restano solo due possibilità; accettare le nuove disposizioni di WhatsApp oppure decidere di abbandonare definitivamente magari spostandosi su una delle tante altre piattaforme di messaggistica istantanea come Telegram e Signal.