Vaccino Covid-19

Continua la campagna di vaccinazione in Italia. Secondo Figliuolo, se il ritmo rimarrà identico nei prossimi giorni, dopo gli over 65 si potrà iniziare con una vaccinazione di massa. Sono in molti ad essere ancora preoccupati per gli effetti indesiderati post vaccino Covid-19. Troppe notizie ancora allarmano gli utenti e a questa si aggiunge la svista degli operatori che hanno iniettato 6 dosi a una ragazza di 23 anni, ora sotto osservazione. Ecco allora un piccolo e semplice prontuario degli effetti collaterali di ogni vicino Covid-19 per le 4 aziende produttrici per ora disponibili. Infine alcuni utili consigli da mettere in pratica prima di ricevere la dose.

 

Un prontuario degli effetti indesiderati al vaccino Covid-19

Sono in molti ad essere ancora intimoriti dal vaccino anti Covid-19. Forse sono le notizie che fanno “terrorismo” o magari anche le voci di amici e colleghi non proprio rassicuranti. Una cosa è certa: per uscire da questa pandemia e sconfiggere il Coronavirus occorre vaccinarsi. Proprio per questo Figliuolo, come già detto, auspica a una vaccinazione di massa il prima possibile.

Occorre tener presente e ricordarsi che gli effetti collaterali o meglio detti rischi del vaccino Covid-19 sono molto inferiori rispetto ai benefici. Ecco perché abbiamo pensato a un utile prontuario degli effetti collaterali per ogni vaccino Covid-19. Tenendo presente, inoltre, che la scelta di quello giusto è ad opera di medici specializzati che valutano la storia clinica di ogni paziente.

 

Vaxzevria di AstraZeneca

Il primo vaccino Covid-19 di cui vogliamo parlarvi è proprio Vaxzevria di AstraZeneca. Molte sono state le polemiche e le accuse sollevate ad alcuni lotti. Ma a livello medico-scientifico non c’è nulla di cui preoccuparsi. Comunque ecco i possibili effetti collaterali comuni:

  • prurito e lividi nella zona dove è stata somministrata la dose;
  • dolore e calore;
  • sensazione di affaticamento e malessere con brividi e sintomi febbrili;
  • dolori articolari;
  • mal di testa;
  • nausea oppure vomito e diarrea;
  • in alcuni casi si può manifestare febbre sopra i 38° C.

 

Comirnaty di Pfizer BioNTech

Il Comirnaty di Pfizer BioNTech è un vaccino Covid-19 a mRNA ed è efficace al 94,6% dal settimo giorno. Tra l’altro questa tecnologia è al vaglio perché in grado di guarire anche altre malattie. Ecco gli effetti indesiderati più comuni:

  • gonfiore e leggero dolore nel punto dove è stata iniettata la dose;
  • dolori muscolari e articolari, mal di testa, brividi, febbre e in diversi casi anche diarrea;
  • in alcuni soggetti si presentano anche nausea e vomito.

 

COVID-19 Vaccine Moderna

Come Pfizer anche il vaccino Covid-19 Moderna è a mRNA. Risulta efficace al 93,6% dopo 14 giorni dalla somministrazione. Ecco gli effetti collaterali più comuni:

  • nausea e vomito, mal di testa, dolori muscolari e articolari con rigidezza;
  • gonfiore nella parte sotto ascellare del corpo;
  • estrema stanchezza con brividi e febbre;
  • rossore e gonfiore nella zona dell’iniezione;
  • in alcuni soggetti si sono evidenziate eruzioni cutanee, arrossamenti e orticaria.

 

Janssen vaccino Covid-19 di Johnson&Johnson

Il vaccino Covid-19 Janssen di Johnson&Johnson è a vettore virale. Rispetto agli altri se ne somministra solo una dose. Diventa efficace nelle forme acute del Coronavirus al 77% dopo 14 giorni e per tutte le altre all’85% dopo 28 giorni. Gli effetti indesiderati possono essere:

  • sensazione di stanchezza estrema, mal di testa e dolori muscolari;
  • nausea;
  • febbre con dolori muscolari e articolari e brividi;
  • con questo vaccino Covid-19 anche tosse.

 

Alcuni consigli da mettere in pratica prima di farsi somministrare la dose

Ecco alcuni consigli da mettere in pratica prima di farsi somministrare la dose di vaccino Covid-19. Queste indicazioni arrivano proprio dall’Aifa.

  • Mantenere la calma il più possibile. Diverse reazioni sono conseguenza a stati d’ansia come l’iperventilazione.
  • Aumentare le difese immunitarie attraverso integratori anche naturali che possono rinforzare il sistema immunitario. Ad ogni modo, in caso di deficienza dello stesso, è bene comunicarlo prima di farsi somministrare il vaccino Covid-19.
  • Ricordare assolutamente se in passato, anche lontano, si è stati soggetti a reazioni allergiche, problemi respiratori o perdita di coscienza.
  • Rimandare l’iniezione se si ha febbre alta. Nel caso in cui si avesse qualche linea si può procedere con la vaccinazione.
VIAVia