blank

Il mondo della telefonia è senza ombra di dubbio un universo ricco di possibilità, tutto ciò è merito ovviamente degli smartphone i quali hanno assunto una centralità a dir poco assoluta nella nostra vita, questo poichè ognuno di noi ne ha almeno uno e lo usa per svariate attività.

La grande diffusione dei device però, li rende anche la piattaforma perfetta per inscenare truffe per derubare tutti gli utenti, la grande mole di persone infatti, di conseguenza aumenta la possibilità di successo, cosa che i truffatori sanno e che li spinge a portare avanti delle vere e proprie campagne contro gli utenti comuni.

Recentemente sta circolando una nuova tipologia di truffa che punta a farvi perdere il vostro credito rendendovi a vostra volta carnefici di voi stessi, si tratta della Ping Call, vediamo di cosa si tratta.

Richiamare è letale

La truffa Ping Call sostanzialmente si basa sul desiderio dell’utente medio di richiamare a seguito di una chiamata persa, essa infatti consiste in uno squillo della durata di pochi secondi che spinge l’utente a richiamare.

Proprio richiamare farà scattare la truffa, il numero che vi ha fatto lo squillo è infatti un numero particolare acquistato dai truffatori e che presenta dei canoni al minuto di chiamata davvero elevatissimi, dai 10 ai 20 euro al minuto, cosa che si tradurrebbe in costi elevatissimi anche per pochi minuti di chiamata.

Ovviamente i truffatori in caso di richiamata poi, faranno di tutto per mantenervi attaccati al telefono, simulando interferenze o false suonerie di attesa, in modo da aumentare i minuti di chiamata.

Nel caso doveste ricevere una chiamata sospetta di pochi secondi dunque, fate attenzione, non richiamate immediatamente, controllate prima quel numero su internet, dal momento che spesso quei numeri sono già stati segnalati.