samsung-smartphone-sicuri-falla-qualcomm

Di recente è stato rivelato che esiste una falla nei chip Qualcomm che rendono tutti gli smartphone Android che usano la suddetta architettura vulnerabile ad attacchi hacker. La falla non è la prima scoperta negli ultimi mesi, ma è l’unica ancora rimasta sfruttabile anche se il produttore sta lavorando a una soluzione che dovrebbe arrivare con la patch di sicurezza di giugno. Nel frattempo sembrerebbe che Samsung abbia già sistemato il tutto.

Tutti gli smartphone, ma anche i tablet, che hanno ricevuto la patch di sicurezza di maggio di Samsung dovrebbero essere già al sicuro. Il colosso statunitense aveva rilasciato la suddetta senza specificare la correzione della suddetta falla quindi fino a poco fa non si sapeva di questa cosa.

Nel momento in cui la società di sicurezza che ha scoperto la falla ha reso l’informazione di pubblico dominio, è stato dato il via libera a Samsung per specificare quanto fatto. Ecco quindi che nel changelog della patch è stato aggiunto questo successo.

 

Samsung davanti a tutti anche in sicurezza

Fino a ieri il log delle modifiche non presentava la dicitura CVE-2020-11292, cosa che è invece poi è apparsa. Il codice è quello che è stato etichettato in precedenza da Qualcomm. Ovviamente Samsung ha voluto renderlo nero su bianco nel momento in cui hanno potuto per rendere esplicito l’ottimo lavoro fatto.

C’è da sottolineare che non tutti gli smartphone Galaxy hanno ancora ricevuto la patch di sicurezza di questo mese. Quelli che mancano lo riceveranno insieme alla popolazione generale di smartphone Android a giugno. Poi c’è il discorso degli smartphone più vecchi che teoricamente non dovrebbero più poter ricevere patch del genere. Una di emergenza potrebbe comunque arrivare.