NASA

Parker è una delle sonde più sofisticate e speciali costruite dalla NASA. Un gioiello di tecnologia e resistenza anche perché le sue missioni sono davvero toste. Basti pensare che viene utilizzata per studiare il Sole e ispezionare Venere dove la temperatura raggiunge i 450 gradi centigradi. Altro che estate, peggio di un forno. Ma un’indiscrezione è recentemente trapelata dalla NASA in merito a una sua missione dell’11 luglio 2020. In quella data Parker raggiunse Venere a una distanza di circa 800 chilometri dalla superficie. La cosa incredibile è che in quel momento la sonda aveva rivelato dei segnali radio. Perché l’Agenzia Spaziale Americana ne ha parlato solo ora? Chi abita questo pianeta inospitale? Scopriamo il mistero.

 

La NASA conferma che Parker aveva registrato un segnale radio a bassa frequenza

Si tratta di un segnale radio a bassa frequenza quello che aveva registrato Parker durante l’ispezione su Venere il giorno 11 luglio 2020. Anche altre informazioni sono arrivate alla NASA dalla missione, ma questa ha proprio stupito tutti. Che ci siano abitanti extraterrestri su Venere? Forme aliene che, vedendo un corpo fluttuante a 800 km, hanno cercato di comunicare con lui?

Nulla di tutto ciò, possiamo stare tranquilli o delusi a seconda di come uno la pensa. Un simile segnale infatti gli scienziati della NASA lo avevano rilevato quando, con la sonda Galileo, avevano raggiunto le lune di Giove. In pratica ogni 11 anni il Sole, seguendo il suo ciclo naturale, inverte il polo Nord mentre il polo Sud cambia posizione lentamente. Questo fenomeno, oltre a migliorare la schermatura del nostro pianeta ai raggi cosmici, crea una bassa frequenza che è stata registrata da Parker perché vicina alla superficie di Venere.

 

Nessun extraterrestre o alieno abita Venere

In conclusione si può dire che nessuna forma extraterrestre o aliena abita Venere. Questo pianeta gemello alla Terra, ma allo stesso tempo diverso in merito a ospitalità, difficilmente con le sue condizioni potrebbe permettere a qualche essere di viverci. Tuttavia questi fenomeni garantiscono alla NASA informazioni utili per approfondire la conformazione di questo Pianeta e di come la lontananza dal Sole abbia influito sullo sviluppo della Terra.

Intanto la NASA si sta preparando per il viaggio sulla Luna, ma qualcosa con Musk non ha funzionato. Ci sarà sotto lo zampino di Bezos?

VIAVia