smartphoneSmartphone e radiazioni, un tema di cui si parla sempre più spesso negli ultimi tempi; quando si acquista un nuovo telefono si devono tenere in considerazione tanti fattori diversi, i costi, le caratteristiche hardware, il software, ma anche, cosa che non accade spesso, la quantità di radiazioni emesse. Eppure stando ad un recente studio oltre il 90% degli utenti non pone attenzione a questa caratterista che invece dovrebbe essere più preponderante.

Per stabilire la quantità di radiazioni che uno smartphone è in grado di emettere si usa il valore SAR (Specific Absorption Rate); il SAR indica appunto la quantità di energia elettromagnetica che un corpo umano può assorbire stando vicino all’oggetto esaminato. Va da se che più alto sarà questo valore, specie per uno smartphone, meno sarà la sicurezza per la salute del possessore.

Smartphone: i telefoni con il valore SAR più alto

 

La lunga esposizione a fonti di radiazioni può diventare un problema per la salute anche quelle provenienti dai cellulari. Certo gli smartphone, anche quelli con i valori più alti, non possono mettere in serio rischio la vita di un individuo, ma è comunque necessario conoscere questi valori.

Ecco dunque una lista degli smartphone con i valori SAR più alti.

  • Xiaomi Mi A1: 1,75 Watt per kg
  • OnePlus 5T: 1,68 Watt per Kg
  • Huawei Mate 9: 1,64 Watt per Kg
  • Xiaomi Mi Max 3: 1,58 Watt per Kg
  • OnePlus 6T: 1,55 Watt per Kg
  • HTC U12 Life: 1,48 Watt per Kg
  • Honor 8: 1,15 Watt per Kg
  • Huawei P9 Plus: 1,48 Watt per Kg
  • Motorola Moto Z2 Play: 1,455 Watt per Kg
  • Xiaomi Mi Mix 3: 1,45 Watt per Kg
  • Huawei GX8: 1,44 Watt per Kg.