monete rareIl mondo degli appassionati di numismatica è sempre alla ricerca di monete rare. Tra i tantissimi tipi di monete in circolazione anche tra le nostre vecchie lire sono presenti alcuni modelli molto ambiti dai collezionisti. È sempre bene dunque dare un’occhiata nei propri cassetti; magari nel fondo di uno di questi si trova un piccolo tesoro senza che voi lo sappiate.

E subito dopo il passaggio all’euro infatti le lire sono sparite dalla circolazione piuttosto velocemente e adesso sono tantissimi gli appassionati alla ricerca di un pezzo raro. Se una di queste monete rare dovesse essere ritrovata in buone condizioni il proprietario potrebbe ricavarci un gruzzoletto niente male. Vediamo allora alcune delle lire più rare e con il valore più alto.

Monete rare: ecco le lire che valgono di più

 

Cominciamo subito dal conio che probabilmente, tra gli appassionati di numismatica, ha la valutazione più alta. Parliamo delle 10 lire del 1946; questa particolare tiratura, se tenuta in buono stato, può arrivare a valere anche 6’000 €. Discorso valido anche per la tiratura della stessa moneta dell’anno successivo; le 10 lire coniate nel 1947 hanno un valore di circa 4’000 €.

Ancora possiamo continuare con le 50 lire del 1958; queste monete, sicuramente tra le tirature più rare, rappresentante un martello e un incudine, viene valutato più o meno 2’000 €. Possiamo poi annoverare in questa lista le 5 lire del 1956; anche se il loro valore è più basso rispetto a quelle precedenti si aggira comunque tra i 1’800 e i 2’000 €. Più o meno ce lo stesso valore si aggira nelle valutazioni delle 2 lire del 1949. Infine abbiamo le 2 lire coniata nel 1958; il valore di questa moneta si aggira intorno ai 500 €.