Renault

Da qui alle prossime auto prodotte Renault ha deciso e non tornerà indietro. Una scelta per certi versi condivisibile, ma che a molti automobilisti non farà piacere. Al centro la sicurezza su strada e una particolare attenzione all’ambiente. Di cosa si tratta? Vediamolo insieme in questo articolo.

 

Un occhio alla sicurezza e un altro all’ambiente: ecco la nuova Renault

Renault ha deciso di rilanciare il suo personale mercato nel mondo dell’automotive. La piaga del Coronavirus ha messo al tappeto questo settore che ora cerca nuove strategie per risalire la china.

Ecco perché “sostenibilità” sarà la nuova energia che muoverà Renault da qui ai prossimi anni. Per la casa di Losanga non si tratta solo di ambiente, ma anche di sicurezza sul lavoro per i suoi dipendenti e sicurezza sulla strada per i clienti. Ecco il perché del nuovo Safety Score che sarà in dotazione su tutte le nuove auto.

Così ha descritto questo sistema Renault: “Analizzerà i dati relativi alla guida, grazie ai sensori posizionati sul veicolo per incentivare una guida più sicura e informerà i conducenti in tempo reale dei potenziali rischi sul percorso e segnalerà i luoghi che sono più esposti al verificarsi di incidenti“. Utilissima funzione è anche quella per cui il sistema rallenterà il veicolo in marcia per portarlo in una condizione di sicurezza.

Ma è un’altra la notizia che non farà piacere agli automobilisti. Il boccone amaro che dovranno mandare giù lo ha annunciato Luca de Meo, CEO di Renault. In pratica i nuovi veicoli avranno un limitatore di velocità impostato sui 180 km/h. Non sarà possibile manometterlo o disattivarlo. Un bel colpo per chi ha il piede pesante! Tuttavia necessario per ridurre gli incidenti stradali causati da un’eccessiva velocità. Inoltre questo ridurrà le emissioni preservando l’ambiente.

 

Un po’ di tranquillità per chi acquista le sue auto elettriche

Renault ha anche annunciato un nuovo sistema di sicurezza che sarà montato sulle auto elettriche della casa. Questo tranquillizzerà tutti coloro che sono preoccupati dei possibili incendi delle batterie. Si chiama Fireman Access e facilita gli interventi di emergenza volti a estinguere un incendio alle batterie.

VIAVia