Chernobyl: in memoria della strage, La7 ricorda il disastro nucleare con la serie tv

Il 26 aprile 1986Chernobyl accadeva ciò che ad oggi, nonostante siano trascorsi 35 anni, continua ad essere un incubo. Malgrado le piante abbiano coperto i ricordi con le loro verdi foglie, la strage nucleare va ricordata. E così La7, in occasione dell’anniversario dalla maledetta data, ha deciso di mandare in onda la serie tv che 2 anni fa ha scatenato le memorie del passato.

I morti accertati nella strage di Chernobyl sono 66, secondo l’Onu però si va oltre i 4mila, mentre il Partito Verde Europeo parla di 30-60 mila e Greenpeace addirittura 6 milioni. Gli sfollati furono di fatto più di 115 mila.

Ebbene, la famosa miniserie andata in onda su Sky Atlantic, è stata dapprima riproposta da La7, dal 18 giugno al 2 luglio 2020. Visto però l’anniversario in agguato, il canale ha deciso di trasmetterla nuovamente.

Chernobyl: dalla miniserie all’aumento del turismo

Le cinque puntate sono già iniziate lunedì 19 aprile e sono finalmente accessibili a tutti. La miniserie Chernobyl, negli anni ha ottenuto un numero non indifferente di premi. Tra questi vi è: Emmy, Tca Award, Gotham Independent Film Awards, Golden Globe, Satellite Award, Producers Guild of America Awards, Grammy Award. Insomma, i principali riconoscimenti.

Chernobyl racconta per filo e per segno tutti gli eventi che 35 anni fa sconvolsero la cittadina causando un numero indefinito di morti. La storia è narrata perfettamente grazie ad un livello altissimo che ha addirittura aumentato il turismo. In che senso? Molti spettatori, dopo aver visto la miniserie, sono stati catturati dalla narrazione, tanto da voler visitarne il luogo dell’accaduto. Nel dettaglio, le visite turistiche nell’area della Centrale nucleare sono aumentate del 40%.