IPTV: ora arrivano i problemi, multe fino a 25.000 euro per 50.000 utenti

La scelta dell’IPTV è ancora una volta molto popolare nel nostro Paese. Sempre più persone si stanno affidando allo streaming illecito per Sky e DAZN al fine di seguire la loro squadra del cuore. In vita del prossimo anno, quando DAZN trasmetterà tutte le partite della Serie A, l’IPTV potrebbe essere ancora un grande problema.

 

IPTV, le novità per chi vuole guardare gratis la Serie A

Le tecnologia dello streaming illegale in Italia continuano ad essere due: da un lato i “pezzotti” e dall’altro i canali VPN. Sia in un modo che nell’altro, gli appassionati di calcio e sport riescono ad accedere a canali che garantiscono la visione di Sky e DAZ senza un abbonamento regolare attivo.

Occhi aperti però ai risvolti negativi dell’IPTV. Non sono rare, infatti, le truffe legate proprio a questa tecnologia. Dato che lo streaming illegale nasce principalmente su Telegram e su WhatsApp, molte persone sono state tratte in inganno da malintenzionati che vendono pacchetti IPTV senza corrispondere un reale servizio.

Attenzione poi anche a quelle che possono essere le conseguenze sotto il punto di vista giuridico. Chi sceglie lo streaming illegale, infatti, può incorrere in una sanzione dal valore di 30mila euro oppure anche nella galera per un periodo sino a tre anni.

Per quanto concerne il sistema VPN c’è da fare una precisazione. Questa tecnologia, infatti, non è di per sé illegale ed anzi può essere consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.