Epic Games, la casa di sviluppo di videogiochi famosa soprattutto per Fortnite e per il motore grafico Unreal Engine, ha annunciato un ulteriore finanziamento di 1 miliardo di dollari.

Il colosso che ha contribuito con 200 milioni di dollari in quest’ultima “finestra d’investimenti”, è Sony. Vi ricordo che quest’ultima ha già versato nelle casse della software house americana 250 milioni di dollari la scorsa estate. Scopriamo insieme maggiori dettagli.

 

Epic Games ancora finanziata da Sony

Il valore di Epic è salito quindi a 28,7 miliardi di dollari e Tim Sweeney, fondatore di Epic, ha dichiarato che questi fondi “ci aiuteranno ad accelerare il nostro lavoro sulla creazione di esperienze sociali connesse in Fortnite, Rocket League e Fall Guys, fornendo agli sviluppatori e ai creatori di giochi prodotti come Unreal Engine, Epic Online Services ed Epic Games Store“.

A tal proposito, è bene notare che Sony, con questo ulteriore investimento, acquisisce una quota di proprietà maggiore, seppur il controllo di Epic Games rimane saldamente in mano a Sweeney. Purtroppo nell’ultimo periodo le perdite dell‘Epic Games Store sono abbastanza ingenti. Stiamo parlando di più di 300 milioni di dollari, 330 per essere precisi.

Riprendendo l’infografica realizzata da IGN.com, Sweeney con un tweet ha colto l’occasione per rivendicare questo dato contestualizzandolo: si tratta di infatti di un investimento. Il CEO spiega che le cose stanno così, che si tratta di una perdita calcolata grazie alla quale l’Epic Games Store sta guadagnando quote di mercato in uno scenario dominato da Steam. La precisazione di Sweeney non è casuale, ma appartiene all’accesa dialettica tra Epic Games e Apple, che presto si confronteranno in tribunale per via dello scontro legato al ban di Fortnite.