boeing-737-max-bloccati-aerei
Boeing 737 Max – Photo by Cody Fitzgerald on Unsplash

Solo l’anno scorso, nel pieno della pandemia, le compagnie aeree hanno riniziato a usare i Boeing 737 Max. Questo modello è stato sostanzialmente bloccato a terra a causa di alcuni incidenti dovuti a malfunzionamenti. Adesso, a distanza di pochi mesi, sempre questo modello è tornato a far paura tanto che 65 aerei sono stati fermati negli Stati Uniti.

Questi Boeing 737 Max non possono volare a causa di un altro problema. Apparentemente sono stati notati problemi di fabbricazione che interessano l‘unità di controllo dell’alimentazione di backup degli aerei in questione. Si tratta di un problema scollegato dal precedente, ma causare problemi in situazioni specifiche.

Sono 16 le compagnie aeree che hanno segnalato questo problema e finora sono quasi 100 i Boeing 737 Max, compresi quelli sopracitati, che sono stati bloccati nel mondo. Ovviamente si tratta di una mossa precauzionale per evitare ulteriori disastri.

 

Boeing 737 Max: ancora problemi

Il comunicato rilasciato del produttore: “Boeing ha raccomandato a 16 clienti di affrontare un potenziale problema elettrico in un gruppo specifico di aerei 737 Max prima di ulteriori operazioni. La raccomandazione è stata fatta per consentire la verifica che esiste un percorso di terra sufficiente per un componente del sistema di alimentazione elettrica.”

A questo punto della situazione il nome Boeing può causare della suggestione non positiva nei passeggeri visto quanto successo finora. D’altro canto, essendo tra i principali fornitori da aerei nel mondo, è difficile non imbarcarsi su velivoli di altra origine. Appena l’emergenza passerà, i turisti riprenderanno comunque a volare senza troppi pensieri in giro per il mondo. La speranza è che tutti i problemi vengano individuati per tempo.