whatsappUna notizia questa che senza dubbio strappa una risata, a quanto pare Mark Zuckerberg, proprietario di WhatsApp, usa Signal. Già nei mesi passati WhatsApp aveva dato modo di parlare di se per il cambio sulle politiche sulla privacy; moltissimi utenti avevano deciso di abbandonare il servizio di messaggistica istantanea.

Il problema di fondo sta nella scelta da parte della compagnia, che ricordiamo fa parte del gruppo Facebook, di rendere obbligatoria la condivisone dei dati tra il servizio di messaggistica e il Social Network. Questa scelta, com’è facilmente intuibile, non è piaciuta a tantissimi utenti che hanno quindi deciso di cancellare l’applicazione in favore di altri servizi. A quanto pare però, tra chi ha deciso di rinunciare a WhatsApp, circa sarebbe anche il suo proprietario.

WhatsApp: Zuckerberg preferisce Signal

 

A dare la curiosa notizia Dave Walker, esperto in sicurezza informatica; dopo aver avuto accesso ad un database contenente informazioni su circa 500 milioni di utenti si è reso conto che il nome di Zuckerberg, di cui possedeva il numero, comparisse all’apertura di Signal.

Ma non finisce qui; sembra infatti che oltre al patron di Facebook anche i due co-fondatori, Chris Hughes e Dustin Moskwitz preferiscano Signal a WhatsApp. Una storia, questa, davvero curiosa e che di certo non depone a favore della sicurezza dello storico servizio di messaggistica. Chissà dunque se sia davvero giunta la fine per una delle applicazioni più utilizzate di sempre o se il servizio di messaggistica riuscirà a resistere anche sta volta e mantenere il trono dei servizi di messaggistica.