cashback

Milioni di italiani hanno aderito e continuano a partecipare al famoso programma cashback. Il sistema offre a tutti i cittadini una vantaggiosa opportunità: per gli acquisti effettuati e pagati con carta di credito, di debito o con strumenti di moneta virtuale è possibile ottenere un rimborso sel 10%. Inoltre, partecipando al programma cashback c’è anche la possibilità di accedere a un super rimborso di 3000 euro. 

 

Cashback, i furbetti per l’accredito extra da 3000 euro

Nel corso di queste ultime settimane, proprio il super rimborso da 3000 euro ha fatto discutere. Come da programma, il rimborso è diviso in due parti (una per il primo e l’altra per il secondo semestre) ed è disponibile solo per i primi 100mila italiani che avranno fatturato un più ampio numero di acquisti con carte di credito e moneta digitale.

Gli esperti e gli addetti ai lavori hanno ora scoperto i furbetti del super cashback. In tanti cercano di accedere al doppio rimborso di 1500 euro con pratiche molto discutibili. Basta pensare che i primi della graduatoria viaggiano con una media quotidiana di oltre 30 transazioni. 

È evidente che questi partecipanti stiano usando con grande successo la tecnica degli acquisti dilazionati. Con spese minime, spesso dal valore di pochi centesimi, i furbetti del cashback si assicurano il pieno e garantito accesso al doppio accredito da 1500 euro per semestre.

Il supporto dell’Agenzia delle Entrate ha ricevuto in merito una serie di segnalazioni, anche da parte del pubblico. Nelle prossime settimane pertanto sono possibili alcune modifiche per evitare soprusi sia in questo primo semestre sia in un possibile secondo semestre.