bitcoin

Il prezzo dei Bitcoin ha avuto un aumento davvero considerevole nelle ultime settimane, essendo che ha superato quota 61mila dollari. Come abbiamo visto anche in altre situazioni, il mining del Bitcoin, attualmente, richiede una potenza di calcolo molto alta, ma sembra che negli ultimi mesi potrebbe aumentare ancora di più.

Di ciò ne è fermamente convinto Whit Gibbs, ossia il CEO della società Compass, la quale si occupa specificatamente di mining. Secondo lui, l’aumento importante delle difficoltà di estrazione può essere attribuito al numero molto elevato di macchine ASIC che sono pronte per entrare in azione nel momento in cui verranno risolti i problemi di approvvigionamento.

Gibbs, ha di fatti affermato: “L’aumento delle difficoltà moderatamente elevato di oggi non è sorprendente, e mi aspetto che sia solo un assaggio di ciò che accadrà più avanti nel corso di quest’anno e nel 2022, quando saranno risolti i problemi di approvvigionamento delle macchine“.

 

 

Bitcoin: anche Jordan Belfort si è espresso in merito alla questione

Sempre secondo il CEO di Compass, questo aumento delle difficoltà va a coincidere anche con un incremento del prezzo del Bitcoin, un qualcosa su cui aveva discusso ampiamente anche Jordan Belfort (The Wolf of Wall Street) in una recente intervista.

È sicuro che la prospettiva di una continua crescita del prezzo del Bitcoin farà sicuramente la fortuna di molte persone, ma anche l’impatto ambientale sarà decisamente distruttivo, soprattutto dal momento che una maggiore potenza di calcolo richiesta andrà a coincidere anche con un assorbimento di energia elettrica più alto. Tuttavia, è cosa buona e giusta rimanere sempre cauti quando si parla di criptovalute, essendo che sono estremamente note per la loro volatilità.