auto elettriche

Le auto elettriche, affinché funzionino correttamente, hanno bisogno della batteria al litio, la quale è sicuramente una grande invenzione, ma pare che qualcuno si sia definitivamente stufato. Di fatto, il peso del veicolo è dipeso principalmente da questa e, sempre a causa di ciò, il prezzo sale vertiginosamente. Si sta cercando negli anni a cambiare quel sistema di alimentazione dal punto di vista strutturale, e infatti gli scienziati stanno studiando molto a riguardo, definendo questa come una delle scoperte più importanti del 2018.

Quindi, si dovrebbe immaginare un dispositivo che accumula energia e che è esso stesso parte della struttura che alimenta. Dunque, invece che costruire auto elettriche appositamente per sostenere internamente una batteria pesante, il telaio stesso dell’auto diventerebbe una batteria. La scoperta strabiliante che abbiamo accennato prima sono proprio queste fibre di carbonio, che sono in grado di accumulare l’energia elettrica.

 

 

Auto elettriche: le batterie strutturali sono il futuro del settore

Attualmente, gli scienziati stanno perfezionando sempre di più questa batteria, arrivando a potenziarla di 10 volte rispetto a tutti i prototipi realizzati in precedenza. Gli scienziati della Chalmers University of Technology e del KTH Royal Institute of Technology, hanno portato avanti il progetto, spiegando anche che: “A causa della loro multifunzionalità, i materiali compositi delle batterie sono spesso indicati come ‘accumulo di energia senza massa’ e hanno il potenziale per rivoluzionare il design futuro di veicoli e dispositivi elettrici”.

La tecnologia di cui stiamo parlando può essere utilizzata per le bici elettriche, i laptop e i satelliti. E non solo, anche negli aerei, andando a rivoluzionare il mondo dell’alimentazione elettrica e andando a liberarla da pesi e costi superflui. C’è la possibilità che entro due anni l’avanzamento delle batterie strutturali ci porti definitivamente ad una tecnologia altamente sofisticata e competitiva per tutto il settore.

VIAesquire