lady-diana-netflix-musical

La Royal Family è costantemente sulla bocca di tutti. In queste ultime settimane si è parlato molto di Harry, Meghan e della famosa “Megxit“, in particolare in seguito all’intervista della coppia fatta da Oprah Winfrey.

Sebbene la Famiglia Reale sia da sempre argomento di discussione, in questo periodo più che mai sembra essere ritornato in auge. Parte del merito va probabilmente alla serie Netflix intitolata The Crown, che ripercorre la storia del trono d’Inghilterra a partire dalla incoronazione della Regina Elisabetta. Cavalcando l’onda di questo successo, la piattaforma californiana ha pensato bene di portare un’altra novità sugli schermi domestici. Vediamo di cosa si tratta.

Un musical Royal a tema Lady Diana su Netflix, cosa sappiamo in merito

A Broadway, un anno fa, aveva appena debuttato un musical sulla vita di Lady Diana, bruscamente interrotto a causa della quarantena. Netflix ha deciso di portarlo sui propri schermi in forma del tutto inedita.

Quella che vedremo è una performance senza pubblico girata durante un’intera settimana lo scorso settembre, all’interno di un teatro di Broadway. Il Longacre Theater riprenderà con gli spettacoli il primo dicembre di quest’anno. Prima di allora, il primo di ottobre, con un anticipo di due mesi, Netflix manderà in streaming la sopra citata versione del Musical.

Rispetto alla data del debutto originale, lo spettacolo sarà di nuovo nei teatro ben due anni dopo. I biglietti sono gia’ in vendita e l’accordo con Netflix dovrebbe servire a generare interesse per lo spettacolo dal vivo.

L’obiettivo è questo dall’inizio, lo dice lo stesso Frank Marshall, uno dei produttori dello spettacolo, al New York Times:

Penso che la gente vedra’ il film e si convincera’ a venire a teatro di persona“.

Jeanna de Wall interpreterà Diana e Roe Hartrampf sarà Carlo. La regia e’ di Christopher Ashley. Seguiteci per ulteriori aggiornamenti.

Gilda Fabiano
Mi chiamo Gilda Fabiano e sono nata all'inizio degli anni 90, decade che ha condizionato interamente la mia vita. Amo infatti la musica di quel periodo, dal grunge al pop, alla discutibilissima musica disco. Amo gli horror di ogni genere e sin da molto piccola ho iniziato a scrivere. Dapprima storie fantastiche e naturalmente horror, poi poesie, filastrocche, per arrivare ai fumetti. Amo cantare e sono passata a lungo anche attraverso la musica, soprattutto il jazz, ma anche questo influenza da sempre la mia scrittura. Ho iniziato ad apprezzare e scrivere articoli al liceo, quando per un progetto con la scuola, ho portato l'inchiesta sul fosforo bianco a Falluja, con il grandissimo aiuto di Sigfrido Ranucci. Nel 2017 ho deciso di avviarmi alla carriera di sceneggiatrice (per fumetti e non) iscrivendomi alla Scuola Internazionale di Comics di Roma. Durante questo percorso ho intrapreso diverse collaborazioni come articolista e recensore per riviste come Città Nuova, rivista online e cartacea di Roma, e il blog di recensioni cinematografiche chiamato Spoilers & PopCorn,. Oltre a collaborazioni come soggettista e ghost writer per diverse aziende ho anche pubblicato una storia breve a fumetti per la giovane casa editrice Bugs Comics. Continuo a scrivere poesie e racconti e da poco ho intrapreso la collaborazione con Tecnoandroid, di cui sono entusiasta!