caccia-ai-fantasmi-ghost-hunting

Vi siete mai chiesti quale sia l’equipaggiamento necessario per andare a caccia di fantasmi? Mi spiego meglio: che esistano o meno, che ci si creda o meno, da sempre esistono gruppi di persone che tentano di rilevarne la presenza. Per farlo, utilizzano una strumentazione specifica. Vediamo di che si tratta.

Ghost hunting: ecco cosa serve per la caccia ai fantasmi

Potrà sembrare un passatempo bizzarro, ma ecco quali sono gli strumenti per immortalare  teoricamente un fantasma o registrarne la voce.

Prima di tutto i Ghost Hunters si muovono sempre in gruppo. La ragione è che recarsi in luoghi abbandonati e solitari non è mai sicuro, specialmente se da soli. Non per via dei fantasmi, ma proprio perché si potrebbero fare incontri sgradevoli ed è sempre meglio essere in molti.

Le attrezzature da utilizzare sono molteplici ed alcune sicuramente molto costose. Quelle di cui parleremo in questo articolo non costano poi tanto. Oltretutto, alcune di queste sono cose che probabilmente possederete anche voi.

Per prima cosa è importantissimo possedere una macchina fotografica, meglio ancora se a infrarossi. Non si ha nessuna prova che le foto presenti sul web in cui sarebbero rappresentati dei fantasmi siano vere, tuttavia non potete sapere cosa potrebbe riprendere una fotocamera.

Un’altro strumento fondamentale è il registratore, in caso doveste registrare i famosi suoni E.V.P. (Electronic Voice Phenomena). Non vanno dimenticati poi strumenti come i famosi rilevatori di campi elettromagnetici, insieme a torce e lampade di emergenza.

Per concludere, penna e taccuino sono fondamentali per annotare qualsiasi cosa accada!