Fisco

Milioni di Italiani sono in attesa di riscontri da parte del Fisco per il pagamento di cartelle esattoriali e tasse arretrate. La liquidazione dei pagamenti in debito verso l’Agenzia delle Entrate è bloccata da più di un anno, in conseguenza della pandemia e della relativa delicata situazione finanziaria che riguarda sia singoli cittadini che imprese.

 

Fisco, le novità per il pagamento delle tasse arretrate

Da un anno a questa parte, i pagamenti arretrati verso il Fisco sono stati costantemente rinviati. La nuova proroga è stata deliberata proprio nelle precedenti settimane. Le cartelle esattoriali e le tasse arretrate saranno bloccate dall’Agenzia delle Entrate almeno sino al prossimo 30 Aprile. 

Lo stop ai pagamenti nasce come sostegno economico, dopo la grave crisi finanziaria causata dalla pandemia. I numeri del Fisco sono però spaventosi. Da qui al prossimo mese di Dicembre, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe spedire nelle case degli italiani oltre 50 milioni di cartelle esattoriali. 

I cittadini coinvolti per il pagamento verso il Fisco di tasse arretrate sono invece 9 milioni. Tra questi risultano catalogati sia singole persone sia partite IVA e professionisti. L’invio delle cartelle esattoriali, non appena sarà stato rimosso il blocco, sarà frazionato di mese in mese sino alla fine dell’anno.

Ulteriori novità per il Fisco riguardano le famose misure per il saldo e stralcio. Con decreto del Governo, i cittadini italiani avranno la possibilità di eliminare tutti i pagamenti in debito accumulati nel periodo tra il 2000 e il 2010. La misura è però valida solo per chi ha un reddito imponibile inferiore a 30mila euro.