blank

Il mercato degli smartphone è senza ombra di dubbio il più variegato che la tecnologia ha da offrire, i piccoli device tascabili infatti, grazie alla centralità che hanno assunto nella vita di ognuno di noi, godono di un’importanza assoluta, che ha portato le aziende a investire nella loro progettazione in modo da offrirne per tutti i gusti e tutte le tasche.

Ovviamente a dominare il mercato ci pensano i top di gamma, che ogni colta riescono a lasciare a bocca aperta anche i palati più fini con innovazioni sorprendenti ad ogni livello.

Ciononostante però, esiste anche una seconda fascia del mercato, che getta un occhio al passato e non al futuro, stiamo parlando del collezionismo, legato ai vecchi cellulari che magari da soli, hanno fatto da pietra miliare nella storia della telefonia, il cui valore attualmente può arrivare anche a cifre esorbitanti, vediamo di quali modelli si tratta.

Vecchio è meglio

Vediamo insieme i cellulari con il maggior valore di mercato a livello collezionistico:

  • iPhone 2G: Ovviamente primo nella lista non può che esserci l’iPhone 2G, disegnato e presentato da Steve Jobs in persona, questo device cambio per sempre il concetto di cellulare, ad oggi può arrivare a valere anche 2000€ se completo di confezione.
  • Nokia 3310: Smartphone protagonista di numerose vignette sulla sua resistenza, può arrivare a costare anche 400€ grazie soprattutto alla presenza a bordo della prima versione del famoso gioco Snake.
  • Mobira Senator: Cellulare antico e che al primo sguardo può apparire più come una radiolina che come un cellulare, il suo valore di mercato arriva senza problemi a 2000€.
  • Sony Ericsson t28: Cellulare di piccole dimensioni, caratterizzato dalla sua ripiegabilità, il suo valore arriva senza problemi a 400€.