Covid-19Alcuni utenti malintenzionati vendono finti passaporti vaccinali e tamponi negativi per il Covid-19 tramite annunci sul Dark Web.

Non è il primo caso – e purtroppo neanche l’ultimo. Difronte a situazioni così delicate c’è sempre almeno una persona che tenta di trarne un guadagno diffondendo fake news. Check Point Research ha individuato il gruppo di utenti coinvolti in questa recente truffa dopo aver notato un aumento notevole dei post sul Dark Web riguardanti vaccini, test e passaporti in vendita per fronteggiare il Coronavirus.

“Le pubblicità sono triplicate e offrono ogni tipo di vaccino disponibile. La nuova tendenza che stiamo iniziando a notare sono gli hacker che offrono vaccinazioni false e certificati di dubbia entità”. Può sembrare ovvio che siano solo truffe, ma l’elemento su cui fanno solitamente leva questi malintenzionati è proprio il panico. In molti si sentono giustamente spaesati dalla pandemia e annunci così paradossali diventano improvvisamente credibili.

Test per il Covid-19 e passaporti vaccinali: falsi annunci spopolano sul Dark Web

Alcuni mercati del dark web hanno preso una posizione ben precisa contro una pratica così immorale, nonostante le pratiche immorali sul Dark Web siano più vaste di quanto pensiamo. Gli esperti di sicurezza informatica hanno avvertito più volte degli eventuali pericoli derivanti dall’utilizzo di mercati online illeciti. “Cercare vaccini o qualsiasi farmaco sul dark web è fonte di guai“, ribadisce Jake Moore, specialista in informatica presso la società di antivirus ESET.

Moore, dunque, sottolinea che il problema non concerne solo la vendita di vaccini, test o passaporti falsati, ma la vendita stessa. “Il Dark Web vende assolutamente di tutto ed è spesso collegato a beni e servizi illegali. Ciò è dovuto all’anonimato offerto dalla tecnologia, ma non c’è reso o sicurezza che tenga se qualcosa va storto. Si consiglia di stare alla larga da ogni tentazione in qualsiasi caso”.