ISS

La Staziona Spaziale Internazionale (ISS) è una stazione spaziale in orbita terrestre bassa, dedicata alla ricerca scientifica e gestista come progetto congiunto da cinque diverse agenzie spaziali. Si tratta di una struttura che, con i suoi oltre centro metri di intelaiatura, copre un’area maggiore di qualsiasi altra stazione spaziale precedente, al punto da essere visibile dalla Terra ad occhio nudo. Anche se la ISS ha permesso finora di ottenere importanti informazioni riguardo il nostro pianeta ed altri corpi celesti, essa non si comporterebbe in modo totalmente ecologico.

Di fatto, sembrerebbe che la ISS abbia sganciato nello spazio circa 3 tonnellate di rifiuti spaziali. Si tratterebbe del più grande cassonetto di spazzatura spaziale di sempre. Ma prima di preoccuparci di giudicare l’operato ed il gesto della ISS bisogna che facciamo un po’ di chiarezza riguardo questa decisione presa dalla stazione spaziale.

La spazzatura abbandonata dalla ISS nello spazio creerà problemi all’ambiente? Scopriamolo insieme

Lo scorso giovedì la NASA ha liberato definitivamente dalla Stazione Spaziale Internazionale un modulo sul quale si trovavano caricate decine di batterie al nichel di vecchia generazione che sono state sostituite dalle più performanti batterie al litio. I nuovi accumulatori sono stati portati nello spazio durante diverse missioni dal cargo giapponese HTV il quale, avrebbe dovuto riportare sulla Terra le batterie esaurite. Nel 2018, però, la missione giapponese Soyuz fallì e la NASA fu costretta a cambiare i propri piani. Il mancato arrivo sulla ISS dell’astronauta Hauge coinvolto nella missione, infatti, ha fatto sì che tutte quelle vecchie batterie si accumulassero su di un pallet speciale collocato all’esterno dell’ISS. È stato proprio questo enorme “cassonetto” da quasi 3 tonnellate ad essere stato abbandonato nel cosmo.

La cosa, però, non deve farci preoccupare poiché la spazzatura spaziale abbandonata nello spazio dalla ISS non rappresenterà un pericolo per l’ambiente. Infatti, la forza gravitazionale della Terra ne abbasserà progressivamente l’orbita fino a provocarne la caduta. A quel punto, l’attrito con l’atmosfera terrestre penserà al resto, determinando l’incenerimento del gigantesco cassonetto e di tutto il suo carico.

FONTENASA