sim clonate

I malfattori trovano sempre delle modalità nuove per truffare le persone. Infatti, uno di questi modi è sicuramente la clonazione delle SIM, che servono a fare soldi facendo cadere nella trappola degli utenti ignari. Ciò accade perché il nostro smartphone è ormai entrato nella nostra vita, e in esso ci sono delle informazioni importantissime, come password e codici d’accesso. Infatti, il numero di telefono a volte è la chiave fondamentale per l’autenticazione in alcuni dei nostri account.

Clonazione delle SIM: scoperta la modalità in cui avviene

In molti casi, spesso anche ingenuamente, andiamo a condividere i nostri dati personali sui social o altre informazioni, e questo non può fare altro che metterci a rischio in termini di privacy, essendo che comunque andiamo a servire su un piatto d’argento alcune info utili ai malviventi per una richiesta di sostituzione SIM a vostro nome.

Quest’ultima richiesta è fattibile al cento per cento, soprattutto se si hanno tutti i dati a disposizione. In questo modo, la SIM è ricevibile direttamente a casa propria. Quindi, in questa maniera estremamente subdola, queste persone possono accedere tranquillamente alla vostra SIM

Fortunatamente, però, non si parla di un qualcosa che capita tutti i giorni. Infatti, non è assolutamente cosa semplice clonare una SIM, ma ciò non esclude che il rischio che possa accadere c’è. Se i malfattori riescono in questa impresa, possono anche sfruttare il vostro numero per l’autenticazione a due fattori. Infine, se vi dovesse mai capitare di perdere il segnale sul vostro smartphone e non capite perché, potrebbe trattarsi di clonazione di SIM.