Oppo lo dice apertamente, senza paura o timori, vuole diventare uno dei principali produttori di smartphone in Europa, sfruttando un percorso di crescita praticamente senza precedenti, sia per quanto riguarda i flagship (top di gamma) che gli ormai sempre più richiesti mid-range.

Con un’espansione sempre costante, Oppo ha registrato una crescita del 200% nel corso del 2020, almeno per quanto ne concernono le spedizioni nell’Europa Occidentale; dopo essere entrata con successo in quattro nuovi mercati, quali sono Portogallo, Irlanda, Belgio e Germania, raggiungendo complessivamente oltre 12 paesi in Europa.

Il successo è dettato principalmente dalla commercializzazione di prodotti pluripremiati e ad una visione strategica guidata dall’innovazione, la stessa Maggie Xuepresidente della divisione dell’Europa Occidentale di Oppo, afferma che la “crescita registrata nel 2020 ci ha resi estremamente orgogliosi, perché è un segnale che stiamo fornendo prodotti eccellenti capaci di soddisfare tutte le esigenze degli utenti; l’obiettivo che ci siamo fissati”, prosegue la stessa, “è veramente ambizioso, diventare uno dei principali produttori di smartphone in Europa nei prossimi anni”.

 

Oppo vuole diventare uno dei principali produttori di smartphone

Per raggiungerlo, Oppo ha stretto partnership strategiche con gli operatori mobile, proseguendo nello sviluppo della rete 5G, ma anche con aziende rinomate che poco hanno a che vedere con la tecnologia, come Roland-Garros, FC Barcelona, Lamborghini o Rolex Paris Masters.

Alla base trova comunque un importante investimento nel dipartimento R&D (ricerca e sviluppo, in italiano), per uno sviluppo di tecnologie smart sempre più all’avanguardia. Un punto di partenza dovrebbe essere il nuovo Oppo Find X3 Pro, in arrivo l’11 marzo alle 12:30, stay tuned, ne vedremo davvero delle belle.