Amazon

Sembrano essere stati dei tweet ad aver costretto Amazon a cambiare la sua nuova icona a neanche un mese dal suo lancio. “Assomiglia ai baffi di Hitler” avrebbero postato alcuni utenti su Twitter. All’inizio sembravano essere solo frasi ironiche, ma alla fine si sono trasformate in vere e proprie accuse. Il mondo del web è spietato e il colosso dell’e-commerce lo sa molto bene.

 

“Sembrano i baffi di Hitler”: Amazon cambia la sua icona

È doveroso precisare che Amazon non ha voluto di certo riproporre i tratti caratteristici del più pericoloso e spietato dittatore della storia nella sua nuova icona. “Sembrano i baffi di Hitler“. È questo il tweet che ne ha innescati altri che sono si sono trasformati da stupide ironie a vere e proprie accuse.

In realtà la nuova icona minimalista che Amazon aveva rinnovato da gennaio rappresentava il colore dei classici cartoni per le spedizioni. Sopra raffigurata la freccia caratteristica del logo e un rettangolo celeste ondulato simbolo del nastro utilizzato per chiudere i pacchi. Quindi quest’ultimo non voleva di certo rappresentare i “baffetti” di Hitler. Nemmeno la freccia che assomiglia a un sorriso voleva riportare alla mente il ghigno beffardo del dittatore tedesco, come alcuni hanno scritto.

In un attimo si è passati dalle ironie ad accuse serie, esagerate che hanno portato Amazon a decidere di modificare nuovamente la sua icona. Un cambio repentino, rapido e indolore si potrebbe dire. Tutto è rimasto invariato esclusi i presunti baffi che ora sono un rettangolo celeste con un piccolo risvolto all’angolo a ricordare il nastro da pacchi pronto per essere rimosso.

Amazon

Pochi sanno il vero significato del logo di Amazon. La freccia che parte dalla lettera A di Amazon e arriva alla lettera Z contenuta nel suo nome esprime la caratteristica commerciale dell’azienda. Infatti sta proprio ad indicare che nello store del colosso dell’e-commerce il cliente può trovare tutto quello di cui uno ha bisogno, dalla “A alla Z”.

Purtroppo però anche le scelte in fatto di icone stanno diventando un caso di stato. Con un tweet di Elon Musk abbiamo imparato come possono essere cambiate le sorti di una criptovaluta. Con questo episodio che ha colpito Amazon emerge come l’ironia poco ragionata possa trasformarsi in accuse pesanti e per giunta infondate.

 

FONTECorriere della Sera