4G

È ormai impossibile pensare a uno smartphone che non sia connesso ad internet. Ormai tutto è interconnesso. Basti pensare alle comunicazioni con i propri contatti tramite app quali chat e social network. Nondimeno tutti gli aggiornamenti necessari per beneficiare delle ultime funzionalità o di una maggiore stabilità del sistema operativo. Tutto questo e altro sfrutta, in mobilità, la rete 4G che, rispetto a quella di nuova generazione, resta ancora la più diffusa.

Infatti il 5G è ancora in fase di sviluppo e non tutte le città ne sono coperte. Molti pensano che la differenza tra le due consista solo in una maggiore velocità. Al contrario c’è anche un altro aspetto, importantissimo, che pochi conoscono. La rete 4G presenta un problema, ai più sconosciuto, che mette in pericolo tutti. Ecco di cosa si tratta.

 

Una falla alla rete 4G mette in pericolo la privacy di tutti

Secondo Alter Attack, ci sarebbe una falla all’interno della rete 4G che metterebbe in pericolo la privacy degli utenti di tutto il mondo. Addirittura starebbe presente in tre dei protocolli che stanno alla base di questo sistema. In particolare quelli che operano per la connessione, la disconnessione e lo scambio dati.

Ovviamente dove c’è una falla ci sono anche i cybercriminali che, subito pronti, cavalcano il problema per mettere a segno qualche truffa. Il loro obbiettivo, grazie a questa criticità, è quello di appropriarsi dei dati personali degli utenti. In sostanza in pericolo ci sarebbe la privacy di coloro che utilizzano la rete 4G, praticamente ancora quasi tutti.

Infatti è notizia di qualche giorno fa che per ora solo Vodafone ha completato la dismissione del 3G per sviluppare la rete 5G. Tuttavia il 4G resterà ancora per molto tempo in supporto alla rete di quinta generazione nelle zone non ancora raggiunte.

Pare quindi che, ironia della sorte, sarà solo la tanto odiata 5G a poter risolvere il problema della falla della rete 4G mettendo così al sicuro la privacy di tutti.