Riverdale

KJ Apa, l’inteprete di Archie Andrews nella serie Riverdale, pensa che essere una star di successo non è affatto semplice. Infatti, tutti i giovani attori che si trovano in questo mondo, sono comunque sottoposti ad una pressione che a volte è davvero fuori dal normale. Di fatto, KJ Apa ha voluto dire la sua, dicendo che il tempo trascorso sul set di Riverdale è come essere “in prigione“.

Ciò non toglie che lo stesso attore ha ammesso di sentirsi limitato dal punto di vista creativo e che è molto grato del successo che gli ha dato il teen drama. Tuttavia, “c’è un grande bagaglio” che si porta sulle spalle insieme a questo grandissimo successo.

 

 

Riverdale: le dichiarazioni di KJ Apa

“Come attore, sarò giudicato su tutto: le mie opinioni politiche, le mie opinioni sulle droghe, le mie opinioni sulle persone con cui voglio stare”, ha dichiarato alla sua co-protagonista di Songbird Demi Moore per la rivista Interview. “Tutto. È qualcosa con cui ho dovuto fare i conti.”

“Cerco di guardarlo dalla prospettiva di un fan per capire il modo in cui pensano”, ha continuato. “Ma ci sono volte in cui dico, ‘Wow, non hanno davvero idea che siamo persone reali. Non possono separarci dai nostri personaggi.’ Questo non succede in altre professioni. Non analizzi la vita di un costruttore e inizi a giudicare le decisioni che prende nella sua vita con moglie e figli”.

Apa ha inoltre continuato dicendo che prendersi una pausa dalle riprese di Riverdale per girare SongBird è stato molto liberatorio, essendo che le cose all’interno della produzione sono molto differenti.

“Con questo personaggio, era come, ‘Wow, questo è com’è esprimermi veramente in modo naturale. Non ero coperto di trucco o prodotti per capelli. Avevo i capelli lunghi e la barba. Mi sentivo semplicemente libero”.

VIAserial.everyeye.it